porsche-taycan,-le-caratteristiche-del-nuovo-modello:-app-per-il-parcheggio

Porsche Taycan, le caratteristiche del nuovo modello: app per il parcheggio

Porsche Taycan 2022: parcheggio da remoto e nuovi colori speciali. Tra le novità della gamma elettrificata arriva il Remote Park Assist

Porsche Taycan 2022: parcheggio da remoto e nuovi colori speciali. Tra le novità della gamma elettrificata arriva il Remote Park Assist
Porsche Taycan 2022: la supercar elettrica che si parcheggia da sola (Getty)

Tecnologia innovativa, autonomia da record e colori che non passano inosservati. Questo il biglietto da visita della versione 2022 della Porsche Taycan e del Taycan Cross Turismo, la cui produzione è prevista a settembre. Novità fuori e dentro l’abitacolo, con la connettività smartphone fluida e senza interruzioni, che include anche l’Android Auto.

E’ stato Kevin Giek, Vice Presidente Model Line Taycan, a presentare le novità introdotte da Porsche: “Le nostre Taycan completamente elettriche stanno crescendo. La nuova Cross Turismo, che abbiamo aggiunto alla line-up primaverile, sta avendo un grandissimo successo”. Crescente il numero di ordini, e le novità in arrivo aumenteranno ancora di più l’interesse per le due sportive tedesche. Oltre al rinnovato Porsche Communication Management (sesta versione), arriva per la prima volta il Remote Park Assist.

Leggi anche – Porsche 911 GT2, la Limited Edition da pista per una celebrazione speciale

Porsche Taycan, novità tecnologiche ed estetiche

E’ un sistema che consente di controllare la manovra di parcheggio direttamente dallo smartphone. La vettura rileva e misura gli spazi di parcheggio, e grazie a sensori a ultrasuoni e telecamere riesce a parcheggiare da sola l’auto. Tra le novità c’è anche l’assistente vocale Voice Pilot, che è in grado di riconoscere la voce naturale e seguire le istruzioni.

Migliorato anche il sistema di navigazione satellitare, ancora più evoluto, veloce e con una nuova veste grafica. Per quanto riguarda gli esterni, ai 17 colori standard se ne aggiungono, potenzialmente, altri 65 grazie alla “Paint to Sample” e la “Paint to Sample Plus”, che di fatto consente di crearsi dei colori personalizzati. Una sorta di ritorno al passato, quando negli anni ’90 Porsche presentò una gamma di colori “accesi” per le sue vetture.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *