future-e:-il-natante-eco-sostenibile-che-sembra-un’auto-e-vola-sulle-onde

Future-E: il natante eco-sostenibile che sembra un’auto e vola sulle onde

Future-E è una barca elettrica eco-sostenibile, sintesi dell’industria nautica, aeronautica e automobilistica, sostenuta da quattro foil che permettono di volare sulle onde

Future-E è un natante elettrico, che sembra un’auto per volare sulle onde.

Sintetizza l’industria nautica, quella aeronautica e quella automobilistica, che insieme hanno creato una barca che vola sulle onde, sostenuta da quattro foil, nel massimo della sostenibilità. Quattro ali retrattili, infatti, consentono in combinazione con motori elettrici di navigare nel massimo confort con minimi impieghi di potenza. I materiali eco-sostenibili con cui è costruito questo natante ne massimizzano il rispetto per l’ambiente. Un design d’avanguardia, esterno e interno, lo rende riconoscibile a colpo d’occhio e ne connota la personalità forte e potente.

Future-E è un’innovativa proposta di Centrostiledesign, l’azienda creativa guidata da Davide Cipriani, per una mobilità sull’acqua sostenibile, che segue le ultime vocazioni nel campo dello yacht design, capace di ibridare il natante con gli stilemi, i concetti e le tendenze più evolute del car design.

Con Future-E, Centrostiledesign entra in una nautica futuribile, dove l’attenzione alla sostenibilità, in termini di propulsione, di materiali di costruzione e di concezione d’uso del mezzo si sposa con le più coraggiose proposte in termini di design sia esterno, come “carrozzeria” del natante, che interno, per ergonomia, comfort e abitabilità.

L’impiego dei foil come sostentatori del natante migliora la prestazione in navigazione e, riducendo al minimo l’attrito con l’acqua, consente un uso di potenza contenuto. Un sistema cinematico integrato di ispirazione automobilistica, simile alle sospensioni delle auto di Formula 1, gestisce in sincronia, con attuatori elettroidraulici, il movimento dei foil con dinamica indipendente, sotto il controllo di un’unica centralina, dotata di giroscopio, che gestisce ogni elemento.

I foil e lo scafo sono stati testati e sviluppati con simulazioni in vasca navale virtuale (CFD), dove ne vengono controllate la fisica e tutte le caratteristiche di flusso. Il Foil Integrated Kinematic System è in grado di gestire contemporaneamente l’apertura dei foil e l’angolo di incidenza.

Questo natante è disegnato con gli stilemi di una supercar. I foil sono perfettamente integrati nel profilo di Future-E, limitando il loro ingombro nella forma del suo corpo. La forma dei foil funge anche da invasatura per appoggiare Future-E sul ponte di un superyacht o su qualsiasi superficie. Gli interni futuristici possono ospitare il pilota e tre passeggeri. Il cruscotto è una combinazione perfettamente riuscita di schermi avvolgenti. Tutti i dati di navigazione e motore sono sotto gli occhi del pilota.

La sua struttura è realizzata in fibra di carbonio, prodotta al 100% da fibra riciclata, con rinforzi strutturali in schiuma riciclata. Anche i foil e i timoni sono realizzati in fibra di carbonio. Tutti gli elementi sono riciclabili.

Future-E è una barca a impatto zero: zero emissioni di CO2, zero rumore, zero onde. I foil che sollevano lo scafo sopra l’acqua, riducono le onde, creando una navigazione molto fluida aiutando a consumare meno energia e consentendo di viaggiare su acque più mosse con una resistenza ridotta, mantenendo la cabina passeggeri altamente confortevole anche prevenendo il mal di mare.

Per la propulsione ci sono due opzioni. Motori fuoribordo o entrobordo accoppiati a propulsione ad elica di superficie. Con le opzioni di pacchetti di potenza variabile, Future-E può raggiungere una velocità massima di oltre 30 nodi.

All’aumentare della velocità del natante, i foil iniziano a sollevare Future-E. Quando raggiunge gli 8 nodi si avvia la modalità Foil Assisted; a 16 nodi entra in modalità Full Foiling riducendo al minimo la resistenza dell’acqua.

Potrebbe interessarti anche

Nautica

Candela Seven è una barca elettrica capace di viaggiare a velocità sostenute con un’autonomia alla pari di barche a combustione

Eventi e fiere

  • 27 Maggio 2021

L’imbarcazione Elab di Anvera cercherà di conquistare il record di velocità di una barca elettrica alla E-Regatta del Salone Nautico di Venezia. A bordo anche un astronauta

Design

Ecco il primo aliscafo elettrico Navier 27 della startup americana, progettato con il supporto dei futuri proprietari

Surf, Kite e Windsurf

  • Foto
  • 9 Febbraio 2021

Presentato ufficialmente il nuovo team sportivo dello YCI nella classe kitefoil che correrà verso i Giochi Olimpici di Parigi nel 2024, seguito dal coach Stefano Rizzi

Design

  • 1 Dicembre 2020

Il cantiere austriaco di catamarani a energia solare stringe una collaborazione con le due case automobilistiche per la sostenibilità

Nautica

  • Foto
  • 12 Ottobre 2020

La società “Barchelettriche” propone imbarcazioni elettriche di piccolo cabotaggio dai 4,70 ai 7 metri

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *