dl-reclutamento-librandi-(uil-fpl):-sanitari-pagati-meno-e-trattati-peggio.

Dl Reclutamento. Librandi (UIL-FPL): sanitari pagati meno e trattati peggio.

Decreto Legge “Reclutamento”. Librandi (UIL-FPL): sanitari pagati meno e trattati peggio.

“Nessuna novità scoppiettante, come promesso dal Ministro Brunetta, nell’ottica della meritocrazia, della trasparenza e di maggiori risorse per i dipendenti pubblici nel Decreto Reclutamento appena approvato dal Senato della Repubblica”. Così Michelangelo Librandi, Segretario Generale della UIL-FPL.

“La soppressione del previo assenso per il nulla osta dei dipendenti pubblici non si applica né ai dipendenti del Sistema Sanitario Nazionale né per i Comuni con più di 100 dipendenti e per di più si può ottenere non più dopo 3 anni ma solo dopo 5 anni di servizio nell’ente” afferma Librandi, che prosegue “Per di più il previo assenso al rilascio del nulla osta e’ necessario se richiesto da lavoratori con una mansione motivatamente infungibile. Con il blocco del turn over di questi ultimi 12 anni e i limiti alla spesa del personale, tutti i lavoratori, soprattutto negli enti piccoli ed intermedi svolgono funzioni insostituibili. Più che un allentamento delle maglie per l’intermobilita’ dei dipendenti, ci appare un bluff” prosegue Librandi, che continua “Nessuna risorsa aggiuntiva per il salario accessorio, quindi nessun superamento dell’art.23 del Dlgs.75/2017 così come il superamento del limite del tetto di spesa per le assunzioni degli enti è applicato solamente per i nuovi ingressi a tempo determinato previsti per l’attuazione del PNRR.Dove sono dunque le grandi novità sbandierate dal Ministro?La trasparenza risiede nella creazione del portale dove si possono inserire i curricula, sveltendo i processi assunzionali della Pubblica Amministrazione?A parità di titoli le nuove figure professionali saranno scelte solo grazie alla discrezionalità dell’Ente pubblico?Ci preoccupa, inoltre, e non poco anche il fatto di voler utilizzare società di recruting esterne per la valutazione dei curricula: il processo di selezione dei dipendenti della Pubblica Amministrazione deve essere aperto, pubblico e trasparente.

Esattamente come accade per le stabilizzazioni il cui termine è stato esteso a tutto il 2022, come da noi richiesto e che accogliamo favorevolmente, ma che non può rappresentare la svolta epocale di riforma della pubblica amministrazione così come sbandierato”
“Al momento continua a regnare solo tanta confusione e poca chiarezza sulla Pubblica Amministrazione da costruire nel futuro-afferma Librandi, che conclude “sblocco del turn-over, assunzioni straordinarie a tempo indeterminato tramite concorsi pubblici, risorse per la nuova classificazione del personale, risorse per il rinnovo contrattuale, eliminazione dei tetti di spesa per le assunzioni del personale, sblocco della contrattazione decentrata: piu’ che Rinascimento, siamo completamente fermi al punto di partenza. Basta con slides e proclami, servono risposte urgenti per tutelare e onorare i migliaia di dipendenti pubblici che continuano a combattere in prima linea la pandemia”.

L’articolo Dl Reclutamento. Librandi (UIL-FPL): sanitari pagati meno e trattati peggio. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *