voltri,-ancora-un-passaggio-a-vuoto-per-via-montorsoli:-il-comune-non-la-puo-acquisire

Voltri, ancora un passaggio a vuoto per via Montorsoli: il Comune non la può acquisire

Via Montorsoli a Voltri non è né carne né pesce. Nel senso che non è abbastanza importante per essere messa a posto dal Comune di Genova, tramite un’acquisizione, e nel senso che non c’è abbastanza budget da parte dei privati (e forse neppure una completa volontà) per eseguire i lavori di ripristino.

Così questa strada che si trova sulle immediate alture di Voltri, e che diventa particolarmente importante nel caso di chiusura di altre direttrici, continua a rimanere nel limbo, nonostante l’attenzione ci sia e ci sia stata in passato, nonostante l’impegno da parte dei consiglieri comunali e la presa di conoscenza da parte della Giunta Bucci.

Di via Montorsoli a Voltri si è parlato nell’ultima seduta del Consiglio Comunale, grazie a un’interrogazione a risposta immediata (ex articolo 54) da parte di Lorella Fontana, capogruppo della Lega in Sala Rossa: “Chiedo informazioni sul riconoscimento della valenza pubblica di via Montorsoli. Dopo l’ultimo sopralluogo, effettuato nel 2020, non ci sono più stati aggiornamenti. A che punto è l’iter? Sono state prese delle decisioni in merito?”.

A rispondere a Lorella Fontana è stato l’assessore comunale con delega ai Lavori Pubblici e Bilancio, Pietro Piciocchi: “La questione è nota ed è stata approfondita anche in una Commissione Consiliare. Nell’area abbiamo effettuato due sopralluoghi, il primo nel 2020 insieme ai miei collaboratori e al Municipio. Vi sono due ordini di criticità. Il primo è legato al fatto che via Montorsoli non ha le caratteristiche per essere considerata una strada comunale: servirebbe un intervento di messa a norma radicale e oneroso rispetto al quale sussistono problematiche non indifferenti in termini di responsabilità contabile dell’ente, visto che i lavori sarebbero di competenza dei privati. È uno scoglio che stiamo affrontando. Il secondo ordine di criticità è rappresentato dalla necessità di individuare i numerosi proprietari di mappali che dovrebbero cedere la strada per la sua acquisizione da parte del Comune”.

Secondo Piciocchi, questo è un problema “con cui ci siamo già scontrati per situazioni simili a via Montorsoli, dato che l’individuazione dei proprietari a volte è facile e a volte no, a causa del fallimento di società o del decesso delle persone. Stiamo lavorando a una soluzione mediana, che consiste nella compartecipazione economica dei residenti ai lavori, anche minima. In questo modo, come abbiamo già fatto dietro Villa De Mari a Pra’ e in via Gualco, riusciremmo a superare il vincolo di ordine giuridico e trovare, così, un compromesso auspicabile”.

Lorella Fontana si è impegnata a farsi “portavoce con i residenti per capire, come credo, se vi sia da parte loro la disponibilità a venire incontro alla richiesta”.

Già a luglio dello scorso anno, sempre rispondendo alla consigliera Lorella Fontana, l’assessore Piciocchi spiegava: “L’amministrazione, per acquisire una strada, deve accertarsi che sia conforme alle norme del Codice della strada o che possa essere resa conforme alle norme del Codice della strada. Questa strada presenta una pendenza molto forte e quindi dovrebbe essere completamente riprogettata, è un’opera di un’entità molto importante. È in corso l’istruttoria di questo progetto e, appena sarà pronto, sarà mia cura metterlo a disposizione dei consiglieri e del comitato. Vorrei ricordare, anche, che molte delle problematiche di carattere idrogeologico sorte in quella strada, non tutte, sono da imputare a interventi di privati che sono stati realizzati recentemente e, in parte, occorre intervenire in maniera importante. Metteremo tutto l’impegno possibile per vedere se ci sono i presupposti giuridici per l’acquisizione, per dare una risposta ai problemi che ci ha sottoposto il Comitato”.

Nel frattempo, i cittadini restano in stato di allerta. Sono tre i punti sui quali si sofferma il Comitato. “Anzitutto, la necessità di una chiara e nuova delibera di classificazione strada, con cui sia definitivamente sancita la natura e la valenza pubblica per via Montorsoli. Tale atto dovrebbe essere semplicemente consequenziale all’approvazione delle mozioni di Consiglio Municipale e di Consiglio Comunale, che hanno ricevuto entrambe parere unanime. Inoltre, chiediamo il riordino di competenza per le parti di strada, attualmente considerate di natura privata, attraverso accordi bonari tra le parti, ricordando che vi è piena disponibilità da parte dei soggetti privati interessati. Infine, serve l’elaborazione di una bozza progettuale di intervento di messa in sicurezza per la risoluzione dei problemi esistenti e potenziali di incolumità pubblica, come purtroppo evidenziato dai fenomeni alluvionali del 2010 e 2014. Tale progetto auspichiamo venga elaborato al più presto e possa trovare adeguata collocazione e coperture economiche già nel prossimo piano triennale di interventi comunali 2021”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.