vaccini,-accordo-toti-cirio:-dal-1°-luglio-i-liguri-potranno-ricevere-la-seconda-dose-direttamente-in-piemonte

Vaccini, accordo Toti-Cirio: dal 1° luglio i liguri potranno ricevere la seconda dose direttamente in Piemonte

L’accordo era già stato definito, ma dal 1° luglio diventa operativo: Liguria e Piemonte danno il via al progetto di reciprocità vaccinale. Per farla semplice: i liguri che vanno in vacanza in Piemonte e che proprio in quel periodo dovrebbero ricevere la seconda dose di vaccino anti-Covid non dovranno rientrare di fretta nel loro comune, ma potranno vaccinarsi direttamente nella località di villeggiatura. E viceversa, nel senso che lo stesso potranno fare i piemontesi in vacanza in Liguria. 

Ad annunciarlo sono stati oggi i governatori delle due Regioni, Alberto Cirio per il Piemonte e Giovanni Toti per la Liguria, durante la conferenza congiunta dove sono state spiegate le linee operative dell’accordo.

Credo che questa intesa aiuti molto la campagna vaccinale – ha detto Toti – in un momento in cui obiettivamente sta rallentando, forse proprio per l’avvicinarsi delle vacanze. Agevolando i cittadini, noi vogliamo mettere tutti più al sicuro“. “Siamo pronti a far partire il progetto. – ha aggiunto Cirio – Le nostre strutture tecniche hanno coronato la nostra volontà politica, che era quella di fare in modo che le vaccinazioni non trovassero un ostacolo nelle vacanze, che sono più che legittime per tutti soprattutto dopo un anno difficile come questo. E’ quindi giusto che spetti a noi portare il vaccino laddove i nostri cittadini vanno a trascorrere le loro ferie. E aggiungo: offriamo lo stesso ai cittadini liguri che vengono in Piemonte, ben consapevoli che la maggioranza saranno i piemontesi che andranno là. Siamo allora già pronti a prolungare questo accordo per la stagione invernale, quando i liguri verranno sulle nostre montagne”.

L’accordo è stato fatto seguendo le indicazioni del commissario Francesco Figliuolo e adesso sarà messo a disposizione anche delle altre regioni. 

Oggi gli slot vaccinali sono disponibili in tutta la Liguria – ha spiegato Toti – e siamo in grado di offrire un appuntamento nell’arco di 48 ore dalla richiesta“.

Offrire ai propri cittadini la possibilità di vaccinarsi anche in vacanza – ha aggiunto Cirio – è un’opportunità ma anche una strada da intraprendere: secondo noi è infatti opportuno che i cittadini possano avere sempre un servizio sanitario che li segue, non solo in ambito vaccinale. Iniziamo a farlo tra regioni, ma credo che questo sia davvero un obiettivo di sistema“.

Ma cosa deve fare un piemontese per farsi vaccinare in Liguria? Può andare sul sito prenotovaccino.regione.liguria.it dove troverà la sezione per i turisti piemontesi. “A quel punto il processo è facilissimo, con il sito che lo guiderà passo passo. Servirà registrarsi nel sistema e fornire alcuni dati in modo da poter essere identificato, come il numero di tessera sanitaria. Dovrà anche indicare quando ha ricevuto la prima dose di vaccino e di che tipo. Dirà poi dove alloggia e potrà scegliere a quel punto il centro vaccinale più comodo verificandone immediatamente la disponibilità. Per chi ha fatto Astrazeneca c’è possibilità di scelta: ricevere come seconda dose sempre Astrazeneca o se invece optare per Pfizer/Moderna”.

Al contrario, un ligure che vuole vaccinarsi in Piemonte deve iscriversi su ilpiemontetivaccina.it e procedere in modo analogo a quanto descritto in precedenza.

Non ci sono ancora stime di quanti usufruiranno del servizio, anche se è immaginabile che saranno più i piemontesi a farsi vaccinare in Liguria rispetto ai liguri che lo faranno in Piemonte. Per questo, è stato previsto un sistema di compensazione e conguaglio delle dosi utilizzate e che verranno comunicate al generale Figliuolo in modo da poter calibrare di conseguenza la consegna delle dosi previste per le due regioni.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *