urbanistica,-il-progetto-pinqua-sul-centro-storico-protagonista-a-roma

Urbanistica, il progetto PINQuA sul Centro Storico protagonista a Roma

Un incontro per illustrare il Rapporto sui risultati al primo trimestre del 2022 del Programma innovativo nazionale sulla qualità dell’abitare, finanziato con le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Il convegno del Mims-Ministero delle infrastrutture e mobilità sostenibili, in corso nell’auditorium del Maxxi di Roma, è stato aperto dai saluti istituzionali del ministro Enrico Giovannini e ha visto Genova selezionata per la proposta pilota da 87,7 milioni di euro del Piano integrato Caruggi per la rigenerazione del centro storico. In totale, sono stati presentati 8 progetti, selezionati dall’Alta Commissione per la Qualità dell’Abitare e giudicati particolarmente significativi per gli obiettivi del Programma.

Siamo orgogliosi che sia stato scelto come progetto pilota il Piano Caruggi – ha detto nel suo intervento il sindaco di Genova Marco Bucci –. La sfida che vogliamo vincere è molto di più di una rigenerazione urbana perché coinvolge il vivere delle persone. Vogliamo portare nuova luce, verde, accessibilità, mobilità green e più vivibilità nel centro storico, tutelando il patrimonio storico, artistico e architettonico che racchiude, costruendo solo sul costruito. Questo progetto sarà una grande rivoluzione perché riporterà la bellezza anche dove oggi è nascosta“.

Dopo il saluto del sindaco, per il Comune di Genova è intervenuto il direttore generale Pasquale Criscuolo che ha presentato il Piano Integrato Caruggi. L’illustrazione della Proposta PINQuA è stata svolta dall’assessore all’Urbanistica Simonetta Cenci che ha sintetizzato i principali interventi contenuti nella proposta vincitrice del programma ministeriale. “Il PINQuA ha intercettato a pieno quanto avevamo già pianificato nel piano di rilancio del centro storico, un’idea di rigenerazione urbana nata nel 2018 e a cui hanno lavorato la direzione dell’Urbanistica di concerto con tutte le direzioni dell’amministrazione – ha spiegato l’assessore Cenci – Un grande lavoro svolto da professionalità tutte interne all’amministrazione, che ha portato a un grande risultato progettuale. I punti di forza della nostra proposta sono l’accessibilità con il Piano di eliminazione delle barriere architettoniche, il recupero dei percorsi delle mura storiche, la realizzazione di spazi verdi pubblici e la realizzazione di un piano di abitare sociale distribuito sul territorio del centro storico. Nel PINQuA abbiamo 19 interventi diffusi che vedono il coinvolgimento di tutto il centro storico nell’ottica di una rigenerazione che punta sulla riqualificazione dell’esistente, senza volumi aggiunti ma con nuovo verde e spazi per la socialità e per i servizi”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.