ucraina,-la-propaganda-di-lavrov:-“zelensky-ebreo?-anche-hitler-lo-era.-l’italia-in-prima-fila-contro-la-russia,-mi-ha-sorpreso”

Ucraina, la propaganda di Lavrov: “Zelensky ebreo? Anche Hitler lo era. L’Italia in prima fila contro la Russia, mi ha sorpreso”

“Mi ha sorpreso la posizione dell’Italia, in prima fila contro la Russia. Pensavo sapesse distinguere il nero dal bianco”. Parla così a Zona Bianca, su Rete4, il ministro degli Esteri russo, Serghej Lavrov, nella sua prima intervista a una tv europea dallo scoppio del conflitto in Ucraina. Un continuo attacco nei confronti del blocco a sostegno dell’Ucraina di Zelensky, definito un filo-nazista anche se di origine ebraica “perché anche Hitler era ebreo”, dell’Unione europea, degli Stati Uniti e anche dei media occidentali. Ma ripete che nelle intenzioni del Cremlino non c’è quella di un cambio di regime a Kiev: “Quella è una specialità degli Stati Uniti”. Tregua dal 9 maggio? “I nostri soldati non programmano le loro azioni in base a una data”.

L’intervista inizia però da quello che è il tema che preoccupa maggiormente i cittadini di tutto il mondo, la possibilità di una guerra nucleare. Su questo, il ministro sembra voler tranquillizzare l’opinione pubblica, sostenendo di essere stato “travisato” e di non aver mai fermato gli sforzi per evitare la Terza Guerra Mondiale, che significherebbe conflitto nucleare. E anche su questo accusa Kiev: “Hanno iniziato loro a ripetere di aver commesso un errore ad aver rinunciato al nucleare”.

L’articolo Ucraina, la propaganda di Lavrov: “Zelensky ebreo? Anche Hitler lo era. L’Italia in prima fila contro la Russia, mi ha sorpreso” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.