tende,-tavoli-e-campo-da-volley-in-spiaggia-all’isola-di-mortorio.-comandante-di-yacht-denunciato

Tende, tavoli e campo da volley in spiaggia all’Isola di Mortorio. Comandante di yacht denunciato

La Guardia di Finanza ha denunciato il comandante di uno yacht australiano per aver occupato abusivamente un tratto di spiaggia dell’Isola di Mortorio, una zona protetta dal Parco Nazionale di La Maddalena

Oltre a navigare nelle acque cristalline del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, il comandante di uno yacht, di nazionalità australiana, ha avuto anche l’idea di dilettare i suoi ospiti facendo allestire un campeggio, con tende, tavoli e apposita area svago, in una spiaggetta incontaminata dell’Isola di Mortorio.

Non aveva però calcolato (o forse poco gliene è importato) che si trovava all’interno di un’area protetta, sottoposta a forti vincoli di conservazione, che proibiscono l’accesso all’arenile e allo specchio acqueo antistante.

A notare la preparazione dell’improvvisato camping è stato l’equipaggio di una motovedetta della Guardia di Finanza della Sezione operativa Navale di La Maddalena che, in prossimità dell’Isola di Mortorio ha notato sull’omonima spiaggia un’occupazione abusiva di un tratto di arenile, predisposta già dalle prime ore del mattino.

Era stato preparato il tutto per deliziare gli ospiti in una giornata che doveva rimanere indimenticabile: paesaggio paradisiaco, mare incontaminato, spiaggia privata con area ristoro e sport, con tanto di campo da beach volley. Giunti sul posto, i finanzieri hanno dapprima accertato la mancanza delle regolari autorizzazioni e poi hanno imposto lo smontaggio immediato degli allestimenti che, in la collaborazione dell’Ente Parco di La Maddalena, sono stati sequestrati e convogliati in caserma.

Il comandante dello yatch, responsabile dell’occupazione abusiva, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Tempio Pausania e i materiali rinvenuti sulla spiaggia sono stati tutti posti sotto sequestro.

Il Parco Nazionale di La Maddalena, insieme alla Riserva naturale delle Bocche di Bonifacio, è diventato recentemente parte del Parco Marino Internazionale delle Bocche di Bonifacio (PMIBB). L’arcipelago di La Maddalena e lo stretto di Bonifacio sono all’interno del Santuario Internazionale Pelagos per la conservazione dei mammiferi marini, la più grande Area Marina Protetta del Mediterraneo e la prima AMP internazionale di mare aperto al mondo.

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

  • 27 Luglio 2021

Il Lagoon 55 in vetrina al Marina Cala dei Sardi: nel fine settimana dal 30 luglio al 1° agosto è possibile scoprire in anteprima, anche con prove in mare, il nuovo catamarano da 17 metri

Cronaca

  • 27 Luglio 2021

La Guardia di Finanza di Cagliari ha denunciato per ricettazione un uomo che tentava di vendere sui social un motore fuoribordo utilizzato per l’immigrazione clandestina

Ambiente

  • 20 Luglio 2021

Lo Yacht Club Porto Rotondo ha assegnato il “Premio Guidone Azzurro”, riconoscimento che ogni anno premia chi si distingue per azioni virtuose a favore dell’ambiente marino

Cronaca

  • 19 Luglio 2021

Nel fine settimana Nave “Amerigo Vespucci” è rimasta alla fonda in Costa Smeralda, nel Golfo di Cugnana, tra i super yacht. L’equipaggio ha visitato il marina di Cala dei Sardi

Cronaca

Un pattugliatore della Guardia di Finanza prende fuoco e affonda al largo della Calabria. Ancora da chiarire le cause dell’incidente, che non ha avuto feriti, avvenuto al largo di Africo, in Calabria

Cronaca

  • 14 Maggio 2021

L’operazione “Forgotten Boats”, condotta dalla sezione Navale della Guardia di Finanza di Imperia, ha permesso di scoprire 22 imbarcazioni dal valore complessivo di 6,8 milioni di euro immatricolate all’estero e non dichiarate al Fisco

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *