si-viaggiare,-la-thailandia-revoca-test-molecolari-e-quarantena

Si viaggiare, la Thailandia revoca test molecolari e quarantena

Si viaggiare, dal 1° maggio la Thailandia revoca test molecolari e quarantena
L’aeroporto di Phuket

Il Centro thailandese per il Covid-19 revoca l’obbligo di test RT-PCR (molecolari) per gli arrivi internazionali a partire dal 1 maggio 2022. Due gli schemi di ingresso 

La Thailandia tramite il Centro per la gestione della situazione Covid-19 (CCSA) ha approvato la revoca del requisito del test RT-PCR per gli arrivi internazionali a partire dal 1° maggio 2022 e ha introdotto due nuovi schemi di ingresso specificamente personalizzati per i viaggiatori vaccinati e non vaccinati.

TAT fornirà maggiori aggiornamenti in dettaglio tramite www.tatnews.org quando le direttive saranno ufficialmente annunciate nella Royal Thai Government Gazette. Di fatto vengono ridotte pesantemente le restrizioni anche quelle dell’aprile 2021per gli arrivi internazionali.

Nuove regole di ingresso per i viaggiatori vaccinati

I viaggiatori internazionali completamente vaccinati già dallo scorso 1°aprile non saranno più tenuti a mostrare la prova di un test molecolare negativo effettuato prima della partenza.

Con il nuovo provvedimento non dovranno sottoporsi al RT-PCR all’arrivo.

I viaggiatori devono comunque registrarsi tramite https://tp.consular.go.th/ e presentare un certificato completo di vaccinazione Covid-19 e una polizza assicurativa con copertura non inferiore a US $ 10.000 (ridotta da US $ 20.000).

Una volta arrivati in Thailandia, saranno liberi di andare ovunque nel regno.

Nuove regole di ingresso per i viaggiatori non vaccinati

Anche i viaggiatori internazionali non vaccinati o non completamente vaccinati non dovranno sottoporsi a un test Covid all’arrivo.

Sono tenuti a registrarsi per ottenere il Thailand Pass presentando una prenotazione alberghiera di 5 giorni e una polizza assicurativa con copertura non inferiore a US $ 10.000.

Una volta arrivati in Thailandia, rimarranno in quarantena per 5 giorni per poi effettuare un test RT-PCR il giorno 5.

Viene fatta eccezione per i viaggiatori non vaccinati che mostrano la prova di un test RT-PCR negativo effettuato entro 72 ore dal viaggio tramite il sistema Thailand Pass. In questo caso saranno anch’essi liberi di recarsi ovunque nel regno.

Mentre si trovano in Thailandia, raccomandiamo ai viaggiatori di seguire rigorosamente gli standard di salute e sicurezza.

Se accusano sintomi simili al COVID devono sottoporsi al test. Se risultano positivi, è opportuno che ricevano l’assistenza appropriata.

Le informazioni devono servire solo come riferimento. È particolarmente importante controllare regolarmente sulla fonte ufficiale del TAT www.tatnews.org per rimanere aggiornati su quella che rimane una situazione molto fluida e in rapido cambiamento.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.