scopri-la-capitale-delle-palafitte-in-una-mostra-unica,-scegli-di-visitare-varese

Scopri la capitale delle palafitte in una mostra unica, scegli di visitare Varese

È uno dei primi contatti con la storia, anzi i suoi albori, che ogni studente ha nella sua carriera scolastica. Ed è un mondo affascinante, così lontano eppure così vicino, almeno se interpretato come l’inizio di una vita che arriva fino a oggi.

La civiltà delle palafitte da domani rivivrà a Varese grazie a una mostra in essere a Villa Mirabello. Un’esposizione che festeggia i dieci anni dall’inserimento nel patrimonio Unesco dei “siti palafitticoli dell’arco alpino”, di cui il nostro territorio, grazia all’Isolino Virginia (il più antico) e tutta la zona dei laghi è vera capitale.

“La civiltà delle palafitte-L’Isolino Virginia e i laghi varesini tra il 5600 e 900 ac”, questo il titolo della mostra, si pone l’obiettivo di presentare alla generalità del pubblico le più recenti conoscenze acquisite nell’ambito e l’intero bagaglio acquisito nell’ultimo secolo di ricerche. 

Cinque le sale espositive, sette le sezioni: al loro interno reperti della quotidianità (asce, vasi, cucchiai, aratri, schinieri, lance, elementi ornamentali, ma anche una spada ritrovata a Biandronno, simbolo religioso) e la puntuale ricostruzione degli ambienti (le palafitte, i campi coltivati delle prime forme di agricoltura), ma anche proiezioni, schermi interattivi e pannelli esplicativi, che permetteranno al visitatore di approfondire la propria esperienza.

Per la prima volta sarà inoltre presentato al grande pubblico l’elmo del “ripostiglio della Malpensa”, che entrerà a far parte delle collezioni del Museo.

La mostra è stato organizzata dal Comune di Varese in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio, il Ministero della Cultura, la Regione Lombardia e la Camera di Commercio di Varese. A curarla Barbara Cermesoni Daniela Locatelli, con la consulenza di Mario Rottoli e le ricostruzioni di Cristiano Brandolini.

Fondamentale l’apporto degli sponsor (Siram, Trenord e Gruppo A2A) e lo strumento dell’Art Bonus, che prevede che chi effettua erogazioni liberali in denaro per il sostegno della cultura, può godere di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta.

«Questa mostra è stata un grande gioco di squadra straordinario – ha dichiarato il sindaco di Varese Davide Galimberti – che ci permette di valorizzare un’epoca e la storia del nostro territorio. Sarà un’occasione soprattutto per i giovanissimi di frequentare un luogo di cultura e conoscenza. Non sono così frequenti le mostre e le iniziative legate a quest’epoca, Varese grazie alle sue peculiarità e al patrimonio di cui dispone ha deciso di puntarvi».

Ci sarà diverso tempo per godere dello spettacolo dei millenni passati: “La civiltà delle palafitte” resterà in allestimento fino al 4 settembre 2022, con apertura da martedì a domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 18. Costo del biglietto: 5 euro.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *