sainz-difende-la-ferrari:-la-critica-e-sempre-la-stessa

Sainz difende la Ferrari: la critica è sempre la stessa

Sainz in conferenza stampa ha parlato del GP d’Olanda in arrivo: spera di essere veloce. Ha anche difeso la Ferrari da qualche critica.

La gara in Belgio è stata certamente sotto le aspettative per la Ferrari. Non solo è stata battuta nettamente dalla Red Bull, che ha fatto doppietta, ma tra Carlos Sainz e Charles Leclerc c’era George Russell al traguardo.

Carlos Sainz
Carlos Sainz (Ansa Foto)

Il pilota Mercedes è arrivato a poca distanza dal collega spagnolo, che è riuscito a salvare il suo podio. Va detto che la corsa del monegasco è stata condizionata dalla sosta anticipata fatta all’inizio a causa della visiera di Max Verstappen che si era infilata nella presa di raffreddamento dei freni. Comunque non avrebbe battuto i rivali della Red Bull, però sarebbe arrivato più avanti probabilmente.

In questo fine settimana si corre a Zandvoort, in Olanda, in casa di Verstappen. La scuderia di Maranello spera di rovinare la festa al campione in carica della Formula 1. Chiaramente non sarà facile, soprattutto se la RB18 dovesse confermarsi molto superiore alla F1-75 come si è visto a Spa-Francorchamps.

F1, Sainz su Zandvoort e strategie Ferrari

Sainz oggi ha parlato in conferenza stampa a Zandvoort e ha spiegato quali siano le sue aspettative per questo weekend di gara: “Speriamo di tornare ai livelli precedenti alla pausa estiva. Quest’anno saremo tutti più preparati qui. Credo di poter essere più vicino alla Red Bull. Spa è l’esempio di come un weekend sbagliato possa cambiare le percezioni in Formula 1”.

Carlos Sainz
Carlos Sainz (Ansa Foto)

Dopo il GP d’Olanda ci sarà il sentitissimo GP d’Italia a Monza e in Ferrari sanno che la Red Bull potrebbe essere favorita: “Nervosi? Un po’ sì, sarà un circuito favorevole a loro. Se tornassimo a Spa dieci volte, vincerebbero sempre loro, perché avevano un pacchetto migliore per quella pista. Quanto visto in Belgio non è lontano da quanto successo in Austria o in Francia. A volte si può vincere senza avere la macchina più veloce”.

A Sainz è stato chiesto anche delle strategie Ferrari, tornate argomento di discussione anche in Belgio, e ha difeso il team: “Avevamo l’obiettivo di tornare competitivi nel 2022 e ci siamo riusciti. Poi ci sono alcune cose da rivedere per essere più forti nel 2023. Non bisogna generalizzare, ogni episodio va valutato singolarmente. Nelle altre squadre quando c’è un errore strategico, nessuno lo sottolinea”. Vedremo se in Olanda filerà tutto liscio in questo fine settimana.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.