riconosciuta-la-diffamazione-aggravata-su-facebook-anche-se-non-si-fanno-nomi-dei-destinatari,-il-codacons-soddisfatta:-“importante-pronuncia-della-cassazione

Riconosciuta la diffamazione aggravata su facebook anche se non si fanno nomi dei destinatari, il Codacons soddisfatta: “importante pronuncia della Cassazione

diffamazione-facebook

Riconosciuta la diffamazione aggravata su facebook anche se non si fanno nomi dei destinatari, il Codacons: “importante pronuncia della Cassazione che sta iniziando a prendere sul serio il problema dei reati commessi a mezzo web o social”

La Corte di Cassazione nella sentenza n.10762/2022 ha statuito un importante principio in tema di diffamazione mezzo social secondo cui ai fini del reato non è necessario che sia indicato chiaramente il nome della persona offesa, essendo sufficiente l’indicazione di elementi personali o temporali della fattispecie per l’individuazione del soggetto offeso. In tal senso, post denigratori che fanno riferimento ad elementi fisici quali colore della pelle, altezza, peso ecc. o ad elementi chiaramente riconducibili ad un soggetto determinato, possono integrare il reato di diffamazione aggravata. “Si tratta di un’importante pronuncia della Cassazione che sta iniziando a prendere sul serio il problema dei reati commessi a mezzo web o social – commenta il presidente Codacons Marco Maria Donzelli – è un problema molto diffuso che può colpire chiunque. Scriveteci a info@codaconslombardia.it per ottenere consulenza e assistenza legale in materia”.


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.