raid-russo-su-odessa:-tra-i-morti-un-bambino-di-tre-mesi

Raid russo su Odessa: tra i morti un bambino di tre mesi

Kuleba: «L’unico obiettivo degli attacchi missilistici russi su Odessa è il terrore»

Alle 13.20 è stata annunciata un’allerta di raid aereo a Odessa e nella regione. Dieci minuti dopo, i cittadini hanno sentito delle esplosioni.

OK “Pivden” ha parlato di un attacco missilistico che ha colpito strutture infrastrutturali.

Dalle 14.00 alle 15.00, il gruppo di difesa aerea del comando aereo di Pivden ha condotto operazioni di combattimento per distruggere i missili da crociera nemici lanciati dall’aereo strategico TU-95 della Russia dal Mar Caspio.

I soldati delle unità missilistiche antiaeree hanno distrutto due missili da crociera (Kh555 o Kh101), che l’esercito russo ha sparato a Odessa e 2 UAV di livello operativo-tattico, che avrebbero effettuato la correzione del volo di missili da crociera e ha creato ostacoli attivi alla difesa aerea delle forze armate ucraine.

Il portavoce dell’amministrazione militare regionale di Odessa, Sergey Bratchuk, ha sottolineato come «cercando di segnalare al più presto le conseguenze degli attacchi missilistici su città e vari oggetti del nostro Paese, cittadini, media e blogger spesso si precipitano a postare video di bombardamenti sui social network e nominare gli indirizzi esatti dei missili nemici. È in corso un’operazione di salvataggio! Coloro che non si salveranno, saranno sulla vostra coscienza!».

A seguito dell’attacco missilistico ci sono morti e feriti, tra i quali un bambino di tre mesi, ma il numero è in via di chiarimento. Secondo il ministro degli Affari esteri ucraino, Dmitry Kuleba, «l’unico obiettivo degli attacchi missilistici russi su Odessa è il terrore. La Russia deve essere riconosciuta come uno stato sponsor del terrorismo e l’atteggiamento nei suoi confronti deve essere appropriato. Niente affari, niente contatti, niente progetti culturali. Abbiamo bisogno di un muro tra la civiltà e i barbari che lanciano razzi contro città pacifiche».

Sfoglia il giornale di oggi

Copyright 2021 © Il Dubbio

Tutti i diritti sono riservati

Edizioni Diritto e Ragione s.r.l. Socio Unico – P.IVA 02897620213

Direttore Responsabile

Davide Varì

Registrato al Tribunale di Bolzano n. 7 del 14 dicembre 2015

Numero iscrizione ROC 26618

Pubblicazione a stampa: ISSN 2499-6009 Pubblicazione online: ISSN 2724-5942

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.