rai,-palinsesto-rivoluzionato:-pronti-alla-drastica-decisione

Rai, palinsesto rivoluzionato: pronti alla drastica decisione

La Rai è pronta a rivoluzionare i palinsesti: in Viale Mazzini si valuta la drastica decisione dopo i risultati dei programmi tv

La Rai è pronta alla rivoluzione che ha decisamente del clamoroso. In Viale Mazzini sono pronti a correre ai ripari dopo i risultati deludenti di due delle fiction in programma e si valuta in corso d’opera anche delle decisioni drastiche. “Doc-Nelle tue mani” giovedì prossimo andrà in onda con l’ultima puntata, con una settimana di ritardo rispetto al programma, a causa dello speciale sulla guerra in Ucraina andato in onda due settimane fa.

Logo Rai
Logo Rai (Ansa)

Ebbene, il medical drama all’italiana ha incollato alla tv tantissimi telespettatori italiani, con una media sempre superiore ai sei milioni a puntata a certificare la bontà del prodotto e la vittoria della scommessa da parte della Rai nel proporre una seconda stagione, peraltro incentrata anche sul Covid com’è giusto che fosse.

Altra fiction legata al mondo degli ospedali e dei medici, “Lea – Un nuovo giorno” ha regalato grande soddisfazione ai vertici della Rai, considerate le punte di 5 milioni di spettatori. Numeri che hanno certificato la bontà delle fiction dell’azienda di Stato il quale, però, al momento sembra in difficoltà con altre due produzioni attualmente in onda.

Rai, ascolti bassi per “Noi” e “Vostro onore”

Stefano Accorsi Vostro Onore
Stefano Accorsi in una scena di Vostro Onore (screenshot Rai)

Ieri è andata in onda la prima puntata di “Studio Battaglia“, il legal drama, una fiction incentrata su due studi di avvocati e su una famiglia di legali tutti al femminile; ebbene, il primo episodio è stato un successo, considerati i 4.183.000 di spettatori, pari al 18.91% di share che hanno permesso a Rai 1 di vincere la prima serata (su Italia 1 c’era “La pupa e il secchione”).

A preoccupare la Rai, però, vi sono altre due fiction. Si tratta di “Noi” e “Vostro onore“. Quest’ultima, a dire la verità, è quella che desta meno grattacapi. Lunedì prossimo, infatti, andrà in onda l’ultima puntata; partita bene, con oltre 4.1 milioni, e poi scesa a 3.262.000 telespettatori perdendo il confronto con la finale del Grande Fratello Vip.

La serie che ricorda la statunitense Your Honor, ma che invece si rifà a quella israeliana “Kvodo” è quindi in caduta ma terminerà lunedì. Il remake di “This is Us“, con Lino Guanciale ed Aurora Ruffino, invece, è partita male, con meno di 4 milioni ed ha continuato peggio, perdendo ancora ascolti.

Cosa fare quindi? Se Guanciale, sul palco del Festival di Sanremo aveva annunciato “Sopravvissuti” a partire dal 28 marzo, sembra proprio che la Rai voglia invece puntare su Claudio Amendola e sulla fortunatissima “Nero a metà“, giunta alla terza stagione. Dunque, vedremo prima del previsto in tv l’ispettore Carlo Guerrieri, addirittura già a partire dal prossimo 4 aprile. Sarebbe questa la risposta della Rai.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.