quentin-tarantino:-“mia-madre-non-ha-creduto-in-me,-per-questo-non-le-ho-mai-dato-un-centesimo”

Quentin Tarantino: “Mia madre non ha creduto in me, per questo non le ho mai dato un centesimo”

Dai film realizzati ai colpi di testa, abbiamo imparato a conoscere Quentin Tarantino, diventato un simbolo della settima arte proprio per non rappresentare il canonico e ordinario spirito del regista cinematografico. Ora sappiamo anche che l’autore de Le Iene è uno che non dimentica parole che aprono ferite, anche se a pronunciarle è la sua mamma.

Tarantino’s mum when she realises she still won’t get a penny off Quentin?? pic.twitter.com/nKYcRZ5YeP

— Shakir?? (@shak3342) August 9, 2021

Mente fervente e forte immaginazione hanno portato il 58enne nativo del Tennessee a scrivere sceneggiature molto presto, tralasciando così lo studio e riscontrando problemi con i professori, che già durante le scuole elementari considerarono l’atteggiamento del piccolo Quentin come un atto di ribellione. “Invece di seguire le lezioni creavo storie e buttavo giù sceneggiati” ha raccontato il regista, aggiungendo in un’intervista con Brian Koppelman per un episodio del podcast The Moment, che la prima scrittura è arrivata all’età di 12 anni ed era intitolata Captain Peachfuzz and the Anchovy Bandit.

Quentin Tarantino says he vowed never to give his mum a penny of his film director fortune https://t.co/SsDtKu4PfD

— The Independent (@Independent) August 9, 2021

Più che le maestre, però, a infuriarsi fu sua madre Connie McHugh, che invitò a più riprese il figlio a smettere di scrivere: “Non era contenta delle difficoltà scolastiche e si lamentava con me. Mi rimproverava perché detestava che non fossi portato per la scuola. Ricordo che un giorno, con tono sarcastico, nel mezzo di una delle sue filippiche, mi disse ‘Oh e comunque questa tua ‘carriera da scrittore‘, con tanto di segno delle virgolette fatto con le dita, ‘finisce qui’”.

Quentin #Tarantino ha dichiarato che, siccome da piccolo la mamma lo sgridava, lui adesso non le passa un centesimo.

Come si fa ad essere così bravi e così sfigati al tempo stesso?

— Pio Belmonte (@PioBelmonte) August 10, 2021

Frasi pesanti che hanno segnato Tarantino e scatenato in lui una voglia di rivalsa: “In quell’occasione promisi a me stesso che, una volta raggiunto il successo, non gli avrei mai dato un centesimo. Niente case, né vacanze né automobili” afferma Tarantino. “Un proposito che ho rispettato, perché bisogna sempre ricordare che le parole hanno delle conseguenze, soprattutto quelle pronunciate a un bambino: il sarcasmo di un genitore può essere davvero pericoloso e difficile da digerire”.

— Maria Francesca Pedata? (@__psiche__) August 3, 2021

Va evidenziato che la complicata infanzia vissuta da Tarantino non ha aiutato a fargli passare i bollori contro la madre, che ha partorito la futura star di Hollywood a 16 anni, per poi crescerla senza il padre ma con l’aiuto del successivo marito Curt Zastoupil. Quest’ultimo ha avuto sin da principio un ottimo rapporto con Quentin, anche perché sosteneva la sua passione per il cinema, accompagnandolo alle proiezioni (anche di film per adulti) e incoraggiandolo a realizzare film. Atteggiamento opposto a quello della madre, che invece desiderava un futuro diverso per il figlio, che a 15 anni ha lasciato la scuola superiore per lavorare come usciere in un cinema.

Tarantino can’t be wasting money of his Mum when he’s got feet that need worshiping! https://t.co/43Wo0DPMW3

— Dave Kellett (@Davidkellett6) August 9, 2021

Chissà se la netta e costante opposizione della madre abbia funzionato come ulteriore stimolo per la carriera di Tarantino, un regista che secondo stime degli addetti ai lavori vale 120 milioni di dollari e che prima di iniziare a scrivere una sceneggiatura e occuparsi dalle regia e produzione di un lungometraggio riceve un anticipo di circa 20 milioni di dollari (mantenendo una rilevante percentuale dei profitti, talvolta tramutata in cifre superiori ai 30-40 milioni di dollari).

Some #Tarantino pics worth remembering taken during the 62nd Intl #CannesFilmFestival 2009 from #Cannes2016 Archives pic.twitter.com/GLo04NigW1

— Ruth Perez-Chaves (@RPerezChaves) May 12, 2016

Il mancato supporto, dunque, è costato caro alla made, oggi 75enne, di Tarantino. Il regista però un’eccezione alla regola l’ha fatta: “L’ho aiutata solo una volta, per una situazione complicata con il fisco, ma non le ho comprato una casa”.

Potrebbe interessarti:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *