In ogni parte del mondo assistiamo, chi più chi meno, ai vari modi in cui il cambiamento climatico provoca disastri sul nostro pianeta. L’aumento costante delle temperature alimenta incendi, uragani e altre calamità che ormai è impossibile ignorare. 

Chi volesse interrogare la scienza sulle cause del fenomeno si troverebbe davanti ad un bivio: abbiamo chi dice che il cambiamento climatico è causato dall’aumento dell’anidride carbonica nell’atmosfera terrestre (e di altri gas a effetto serra provenienti dalle emissioni) e chi dice invece non c’è collegamento perché il pianeta da sempre ha visto cambiamenti di temperatura, anche importanti, ben prima che l’uomo iniziasse ad inquinarlo. 

Il punto non è negare i cambiamenti climatici

Un esempio eloquente lo dà il fisico e climatologo Franco Prodi, quando nella sua intervista sull’Huffington Post, alla domanda se il cambiamento climatico sia una falso, risponde: “No, io non nego affatto che ci siano i cambiamenti climatici. La storia del nostro pianeta è anche la storia dei cambiamenti climatici che si sono susseguiti nel tempo”. L’intervista continua: “Quali, per esempio?” “Nel tardo Medioevo, intorno all’anno 1200, è noto che la temperatura della Terra aumentò significativamente….