MOSCA  – Si ricompone la trojka degli autocrati. I presidenti di Russia, Turchia e Iran si incontreranno a Teheran. Il 19 luglio Vladimir Putin, Recep-Tayyip Erdogan ed Ebrahim Raisi parteciperanno, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov, a “un vertice dei capi di Stato garanti del processo di pace in Siria”. È il ritorno del cosiddetto “formato di Astana” lanciato nel 2017 in Kazakhstan per risolvere il conflitto che devasta la Siria dal 2011 ma, “oltre a questo incontro tripartito, ci sarà anche un incontro” tra Putin ed Erdogan, ha proseguito Peskov.