ponte-morandi,-autostrade-rinuncia-ai-ricorsi-al-tar

Ponte Morandi, Autostrade rinuncia ai ricorsi al Tar

Autostrade per l’Italia ha rinunciato ai ricorsi al Tar della Liguria presentati nel 2018 e nel 2019. In questi si chiedeva l’annullamento di diverse parti di decreti e atti compresi nel periodo dall’ottobre 2018 a tutto il 2019 emessi dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dal Commissario Straordinario per la ricostruzione Marco Bucci, relativi ai lavori per realizzare le opere di demolizione e di ricostruzione del viadotto Polcevera di Genova dopo il crollo del Ponte Morandi. 

I decreti firmati e pubblicati oggi dal presidente del Tar ligure Giuseppe Caruso dichiarano “l’estinzione dei ricorsi” a seguito degli atti di rinuncia depositati  lo scorso 7 luglio dalla ricorrente Autostrade per l’Italia Spa.

Uno dei ricorsi era stato presentato da Autostrade per chiedere anche l’annullamento di parte Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 ottobre 2018, di nomina di Marco Bucci a Commissario straordinario per la ricostruzione con riguardo ai poteri e ai compiti attribuiti allo stesso Commissario straordinario per la ricostruzione.

Il Tar della Liguria ha dichiarato estinto anche il ricorso di Pavimental Spa, che sempre lo scorso 7 luglio ha depositato la rinuncia al ricorso presentato nel 2018 contro residenza del Consiglio dei Ministri e il Commissario Straordinario per la Ricostruzione del Viadotto Polcevera, relativo alla procedure di appalto dei lavori di demolizione del ponte Morandi e di ricostruzione del nuovo ponte sul Polcevera.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.