pippo-malatino-lascia-la-pallamano-ventimiglia

Pippo Malatino lascia la Pallamano Ventimiglia

Pallamano Ventimiglia
Pippo Malatino

Pippo Malatino lascia la Pallamano Ventimiglia, il tecnico ponentino, fondatore del sodalizio frontaliero, conclude dopo 20 anni, la sua incredibile avventura che ha cambiato la geografia di questo magnifico sport, sia in Liguria che nelle Alpi Marittime Francesi.

Pippo, si trasferirà in Bretagna, per motivi familiari, ma anche per investirsi in un nuovo progetto, che lo vedrà a capo del Club French Corsairs Beach Handball, della giovane ed entusiasta Presidente Rose Madeleine Louapre.

Proprio di Beach Handball è stato un’appendice importantissima del percorso sportivo di Malatino, che lo ha visto protagonista sia a livello Nazionale che internazionale, e che lo vede in questa stagione essere il responsabile della selezione delle Alpi Marittime Francesi e della Regione PACA.

” La decisione da me presa, ha motivazioni personali ed anche sportive. Lasciare il sodalizio da me fondato, mi da sensazioni difficilmente descrivibili. I ricordi vissuti con la Pallamano Ventimiglia, sia nell’ Indor che nel Beach Handball, mi hanno dato emozioni forse irripetibili. L’identificazione con la mia società, è stata totale e l’impegno profuso in questi anni, molto faticoso, ma ricchissimo di soddisfazioni. Centinaia sono stati i ragazzi formati a questo sport e li abbraccio tutti dal primo all’ultimo, insieme alle loro famiglie.

Tantissime sarebbero le persone ancora da ringraziare, dal primo presidente Corsaro, a Scarfò, a Silvio Coppo ed infine a Paola Nanni, che oggi prenderà in carico la pesante eredità che in questi anni si è creata nella Pallamano Ventimiglia, supportata in prima persona dalla validissima segretaria Debora Amico.

Incontri importantissimi, sono stati quelli con Bernard Giordanella e il compianto Josè Da Silva, con cui per anni abbiamo fondato un trio molto affiatato ed affrontato mille battaglie in Serie A2, ottenendo anche una promozione nella massima serie, non potuta onorare per mancanza di fondi.

Non dimentico neanche il mio amico Andrea Casellato, che ci ha supportato attivamente nei primi anni di crescita e sicuramente non dimentico neanche l’aiuto dei miei amici fraterni Charden Mbouta, Claudio Zafarana ed anche Massimo Angese, che ha curato con competenza i settori giovanili esordienti.

Un ringraziamento particolare anche a Jean Claude Asnong, che mi ha incoraggiato a lanciarmi in questa avventura e che da sempre mi ha manifestato stima ed affetto.

Anche le diverse amministrazioni comunali che hanno fatto il possibile per aiutarci, meritano il mio personale ringraziamento, non ultima quella del sindaco Gaetano Scullino, sempre pronto a sostenerci ed incoraggiarci.

Cosa dire, il patrimonio lasciato in questi anni è importantissimo e la Pallamano Ventimiglia è diventata una realtà vincente dello sport Ligure. I miei progetti personali, si incroceranno ancora con il sodalizio da me creato e una collaborazione fattiva si svilupperà soprattutto nel Beach Handball.

Dal prossimo anno investirò il progetto della giovane ed entusiasta Presidente Rose Madeleine Louapre, che sapendo della mio trasferimento in terra Bretone, mi ha contattato e sottoposto alla mia attenzione, un interessante progetto, che mi ha convinto a continuare con entusiasmo la mia attività nel Beach con la squadra dei French Corsairs Beach Handbball. Il progetto prevede la formazione di squadre di giocatori di Beach, con la creazione di collaborazioni sia con le squadre del territorio che con la Ligue Bretagna di Handball.

Vorrei salutare, infine, tutta la cittadinanza ventimigliese che sempre mi ha fatto sentire il suo affetto. Per sempre resterò ventimigliese nel mio cuore.”

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.