pensioni,-chi-e-obbligato-a-presentare-il-modello-red

Pensioni, chi è obbligato a presentare il modello RED

Con un messaggio, l’Inps ha comunicato l’apertura della campagna REDEST 2022 relativa all’anno reddito 2021 dedicata ai pensionati italiani residenti all’estero. La procedura è attiva a partire dal 9 maggio 2022 e a disposizione di enti di patronato, consolati e strutture territoriali dell’Istituto.

Avvio campagna REDEST, la procedura

Come comunica l’Inps, la procedura di invio è disponibile dal 9 maggio 2022 per i patronati e le strutture consolari sul web nelle sezioni dedicate sul sito Inps.

Nel corso del mese di giugno 2022 verranno inviati i modelli cartacei REDEST ai pensionati residenti all’estero interessati alla Campagna REDEST 2022. Gli Enti di Patronato e i Consolati, al momento della consegna da parte dei pensionati dei modelli reddituali allegati alla lettera di richiesta, dovranno:

  • accertare l’identità personale del dichiarante;
  • ricevere i modelli REDEST 2022 opportunamente compilati e firmati;
  • verificare la conformità della documentazione presentata ai dati indicati nei modelli;
  • provvedere all’acquisizione dei dati attraverso il collegamento via internet con il sito web dell’INPS, secondo le indicazioni fornite nell’apposito manuale tecnico richiamabile attraverso la procedura di acquisizione.

Dichiarazione RED, cos’è

Il Dichiarazione della situazione reddituale (RED) è una dichiarazione che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni, il cui diritto e misura è collegato alla situazione reddituale del cittadino e, in alcuni casi, del nucleo familiare.

Tramite l’indicazione dei redditi che si possiedono, il Modello RED è utile all’Inps per determinare il diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni e l’importo delle stesse.

Considerato che il reddito in genere è un dato variabile nel corso degli anni, per garantire la correttezza delle prestazioni erogate, l’INPS effettua la verifica annuale di tali dati: attraverso l’indicazione dei redditi posseduti, il Modello RED serve a determinare il diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni e l’importo delle stesse.

L’ultima campagna RED si è chiusa il 28 febbraio 2022: chi non ha effettuato la comunicazione telematica deve affrettarsi a completare l’adempimento, per evitare la sospensione del trattamento.

Modello RED, chi deve presentarlo

Ha l’obbligo di presentare il modello RED:

  • chi presenta il 730 o il modello REDDITI PF ma possiede anche altri redditi che non vanno indicati in dichiarazione
  • chi presenta il 730 o il modello REDDITI PF ed è titolare di pensioni estere o di reddito da lavoro autonomo;
  • chi non ha fatto la dichiarazione dei redditi.

Modello RED, chi non deve presentarlo

Non devono presentare all’Inps la dichiarazione reddituale i pensionati residenti in Italia beneficiari delle prestazioni collegate al reddito che abbiano già dichiarato all’Agenzia delle Entrate (tramite modello 730 o REDDITI PF) integralmente tutti i redditi che rilevano sulle prestazioni collegate al reddito in godimento. Infatti, in questi casi, l’Inps acquisirà le informazioni reddituali necessarie direttamente dall’Agenzia delle Entrate o da altre banche dati delle pubbliche amministrazioni.

Modello RED, come fare

Il RED si presenta attraverso i Centri autorizzati di assistenza fiscale (CAF), oppure online nell’area riservata del portale Inps, dal menu “Prestazioni e servizi”, selezionando la voce “Dichiarazione Reddituale – RED Semplificato”.

È anche possibile rendere la comunicazione attraverso il Contact Center Multicanale (803 164 da rete fissa e 06 164 164 da rete mobile).

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.