pegli,-i-dionysian-vincono-il-fantastico-festival

Pegli, i Dionysian vincono il Fantastico Festival

La carica adrenalinica dei Dionysian sbaraglia la concorrenza. Sono loro i vincitori del Fantastico Festival 2022. Di fronte a circa un migliaio di persone presenti all’Arena degli Artisti di Pegli, il gruppo hard-rock di Torino ha fatto ieri sera incetta di premi, vincendo, oltre al Primo Premio, anche il Premio Miglior Inedito e l’ambìto Premio della Critica, assegnato dal critico musicale Renato Tortarolo. Una serata che ha visto diciotto concorrenti salire sul palco del Ponente genovese e mettere in seria difficoltà la giuria tecnica composta da Dario Spada (Radio 105), Chiara Ragnini (famosa cantautrice ligure), Stephanie Riondino (The Voice of Italy), Sefora Firenze (Vocal Academy) e la violinista Valeria Saturnino. La band torinese riceve il testimone da Rebecca Clara, vincitrice dell’edizione 2021. 

Una qualità importante, come sottolineato dai componenti della giuria, che va di pari passo con la crescita del concorso, oramai arrivato alla sua ottava edizione, e consacrato tra più importanti nel panorama nazionale. 

I concorrenti, al termine delle loro esibizioni, sono anche risaliti sul palco per un medley estivo che ha coinvolto pure il pubblico presente. A stemperare la tensione durante i conteggi per stabilire i vincitori, la presenza di Daniele Raco, comico savonese che, con le sue sferzanti battute, ha sicuramente aggiunto il sale giusto a un evento che sta diventando un appuntamento fisso per Pegli.

Ecco i nomi di tutti i vincitori nelle varie categorie: “Solo sale” dei Medicamenta (Premio inedito The Library); “Virale” di Simone Venditti (Premio interprete The Library); “Alba” degli Atomica (Premio inedito giuria popolare); “Kind Ghost” di Giulia Zedda (Premio Babboleo Lab); “When I was your man” di RJ (Premio Pegli); “Per dire di no” di Chiara Galvani (Premio miglior interprete); “Vital Vibrations” dei Dionysian (Primo premio assoluto, Premio miglior inedito e Premio della critica).

I Dionysian sono un quartetto torinese nato nel 2018 e formato da Alex Wilkie alla chitarra, Samuele Verona al basso, Alessandro Tafuri alla batteria e Raffaella De Luca alla voce. Sono un prodotto che funziona al primo ascolto: perché sono giovani, perché hanno talento, perché il loro suono conquista, perché la voce di Raffaella è davvero qualcosa di esaltante.

“Abbiamo trovato una cantante formidabile – racconta Alex Wilkie – e abbiamo capito sin da subito che potevamo funzionare”. Già dopo poche settimane, erano stati scritti due inediti: “Abbiamo fatto qualche cover, abbiamo preso confidenza tra noi, poi abbiamo iniziato a produrre. Stiamo finendo di comporre il venticinquesimo singolo e tra pochissimo, entro la fine dell’estate, uscirà il nostro primo album, che conterrà all’incirca otto pezzi”.

Si intitolerà ‘Vital Vibrations’, esattamente come la canzone che, ieri sera, ha fatto vincere ai Dionysian il primo premio assoluto, il premio miglior inedito e il premio della critica. I quattro ragazzi hanno fatto bottino pieno, hanno rimesso i loro strumenti in auto e sono partiti alla volta delle Marche, precisamente di Fermo, dove domani sera apriranno il live di Paul Gilbert. In carriera, hanno già aperto il concerto di Pino Scotto e, dal 10 al 12 agosto, saranno al Bambù Festival di Monte Urano (ancora nelle Marche) insieme a Caparezza, ai Litfiba e a Tommy Emmanuel. Poi, torneranno anche in Liguria, per registrare il videoclip a cura di Andrea Vialardi che fa parte dei premi del Fantastico Festival e per partecipare, a settembre all’Ariston di Sanremo, alle fasi finali del Sanremo Rock: “Ci abbiamo provato nel 2019 – ricorda Alex Wilkie – ma non era andata bene, speriamo invece che questa sia una volta migliore”. I Dionysian scrivono tutti i brani in inglese, “ma non è escluso che useremo l’italiano in futuro”.

Il Fantastico Festival, organizzato grazie al supporto del Comune di Genova (era presente l’assessore Paola Bordilli) e del Civ di Pegli (era presente la presidentessa Raffaella Grasso), dà l’appuntamento all’edizione del 2023.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.