osmo-mobile-ingrana-la-sesta:-arriva-la-nuova-versione-del-gimbal-per-smartphone-piu-popolare

Osmo Mobile ingrana la sesta: arriva la nuova versione del gimbal per smartphone più popolare

di  – 22/09/2022 23:010

Osmo Mobile ingrana la sesta: arriva la nuova versione del gimbal per smartphone più popolare

Compatibilità con smartphone più grandi, nuovi controlli e modalità, maggiore velocità di risposta e una “rotella magica” per il controllo dello zoom e del fuoco. Insomma, è la sesta versione di Osmo Mobile, ma ha tante novità a bordo.

Ci sono prodotti imperfetti che non vengono mai rivisti e prodotti che sembravano funzionare alla grande sin dalla prima generazione che invece ricevono tanti refresh anno dopo anno. Quest’ultimo è certamente il caso di Osmo Mobile, il gimbal DJI per smartphone che è oramai giunto alla sesta generazione, con le prime cinque che ogni volta all’uscita hanno convinto, tanto di diventare un vero standard di mercato. Non è infrequente, infatti, veder spuntare, per esempio nei capannelli di giornalisti attorno a personalità politiche o celebrità, diversi Osmo Mobile, anche di generazioni diverse: oramai con un buon smartphone un Osmo Mobile ci si fanno anche i servizi del TG.

Ma vediamo cos’ha di nuovo questa sesta edizione: diciamo che il layout sembra in continuità con la generazione precedente, compreso l’utile braccio telescopico integrato, e cambia proprio dove c’era bisogno, per adattarsi alle mutate condizioni del mercato, ovverosia assecondare la dimensione sempre maggiore degli smartphone.

La “pinza” calamitata che consente il fissaggio del telefono è infatti diventata più grande e maggiormente compatibile anche con le custodie, che rendono lo smartphone più “grasso” e soprattutto spostano il peso in avanti, rendendo il compito del gimbal più complesso.

L’altra novità abbastanza evidente è la presenza di un nuovo pannello di stato, una specie di piccolo display che mostra le icone relative alla modalità di funzionamento in corso, tra le 4 disponibili e lo stato della batteria.

E qualche novità interessante, che certamente proveremo nella recensione del prodotto, arriva proprio dalle modalità di funzionamento: a quella classica di stabilizzazione a orizzonte fisso (denominata “Inseguimento“) e quella comune di stabilizzazione senza modifica dell’inclinazione (denominata “blocco dell’inclinazione“), si aggiungono la FPV e lo Spinshot. FPV – l’acronimo sta per First Person View – mima il comportamento dei droni FPV, appunto, che lasciano che nelle curve l’inquadratura prenda la classica imbardata “parabolica”, pur garantendo transizioni e movimenti fluidi. La modalità Spinshot invece nasce per riprese creative in cui si possa ruotare la camera a piacere agendo sul joystick.

Ma la novità più interessante è probabilmente la piccola ma comodissima rotella laterale: attraverso di essa si può regolare lo zoom in maniera continua in modo  molto più controllato e modulabile rispetto al cursore “su e giù” presente nelle versioni precedenti. Inoltre, con una pressione sulla rotella, il controllo viene assegnato al fuoco manuale, così da poter gestire una ripresa proprio come una modalità fotografica.

Tra le altre modifiche strutturali, decisamente interessante la revisione degli ingombri che fa sì che si possa montare sullo smartphone il piccolo ricevitore dei radiomicrofoni DJI senza che questo vada a interferire con il giogo inferiore dell’Osmo Mobile anche quando si utilizza il layout verticale. E l’idea di affiancare Osmo Mobile ai DJI Mic è talmente seria che la società ha anche pensato un bundle specifico tra questi due prodotti, un’accoppiata eccellente per ogni creator da smartphone.

Secondo quanto dichiarato da DJI, i miglioramenti riguardano anche l’app DJI Mimo, con la quale si controlla il gimbal e si effettuano le riprese, soprattutto per quello che riguarda la capacità di agganciare e tracciare il soggetto, seguendolo. Il sistema ActiveTrack 5 ora è maggiormente sensibile e capace di tenere agganciati un soggetto anche lontano o che si volti: dovunque si sposti, il gimbal si muoverà in maniera morbida e graduale per tenerlo nell’inquadratura. Inoltre – altra cosa che sarà interessante vedere nella prova – è stata introdotta una modalità di accensione rapida per gli iPhone che rende operativi in un tempo di tre volte inferiore ai modelli precedenti.

Osmo Mobile 6 è disponibile in pre-ordine sin da subito a 169 euro, 10 euro in più della  versione precedente al lancio. Un prezzo che, per quello che fa questo prodotto, non ci sembra affatto esagerato.

© riproduzione riservata

Resta aggiornato sugli ultimi articoli di DDay.it

Social Media e WebVideo creativo

Commenti

 segui per ricevere le notifiche dei nuovi commenti

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.