olanda,-focolaio-di-1.000-positivi-al-festival:-erano-tutti-vaccinati-o-con-tampone-negativo

Olanda, focolaio di 1.000 positivi al festival: erano tutti vaccinati o con tampone negativo

Roma, 15 lug — Un focolaio di circa mille positivi al coronavirus è scoppiato nel corso di un festival musicale a Utrecht, in Olanda. La manifestazione, che si è tenuta nelle giornate del 3 e del 4 luglio, ha visto la presenza di circa 20mila spettatori. Secondo quanto riportato dal quotidiano online NlTimes, «almeno 448 persone sarebbero state contagiate il primo giorno della festa, mentre il secondo giorno i positivi sono risultati 516».

Olanda, al festival musicale maxi focolaio di 1.000 infetti

Questo nonostante l’organizzazione avesse seguito scrupolosamente ogni protocollo igienico-sanitario, tra cui la creazione di fasce orarie per prevenire assembramenti. E, soprattutto, nonostante i partecipanti fossero obbligati ad esibire, all’ingresso del festival, una sorta di Green pass con codice QR attestante l’avvenuta vaccinazione, o, in alternativa, l’esito negativo di un tampone per coronavirus. Potevano accedere alla manifestazione anche tutti coloro che avevano recentemente avuto la malattia. Gli organizzatori si sono detti esterrefatti per il maxi focolaio scoppiato in seno a quello che avrebbe dovuto essere un «evento sicuro, controllato minuziosamente». Qualcosa, è evidente, non ha funzionato come ci si apsettava.

L’inutilità di Green pass e affini

Appaiono quindi surreali le proposte di ulteriori giri di vite e di limitazione delle libertà e di accesso ad attività e servizi per i non vaccinati, considerando che, come dimostra questo caso, gli stessi vaccinati sono soggetti al contagio e a poter contagiare. In certa misura, l’enfasi sulla estensione del Green pass ad una serie ancora più ampia di attività — come i bar, i ristoranti, treni, concerti, cinema e via dicendo — sembra più che altro un grottesco tentativo di nascondere inefficienze della macchina pubblica.

D’altronde, non più tardi della fine di aprile, la struttura commissariale italiana che si occupa di vaccinazioni stimava che per l’autunno ad essere vaccinato sarebbe stato oltre l’80% della popolazione: una stima che da sola renderebbe inutile qualunque necessità di un Green pass alla francese. E l’episodio del focolaio di mille persone al festival, non  certo un caso isolato visto che altri se ne stanno registrando, sembra confermare questa inutilità in maniera ancora più palese.

Cristina Gauri

 

L’articolo Olanda, focolaio di 1.000 positivi al festival: erano tutti vaccinati o con tampone negativo proviene da Il Primato Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *