nata-a-imperia-25-anni-fa-cerca-la-mamma-biologica-per-dirle-grazie:-l’appello-di-maria-elena-diventa-virale-su-tiktok

Nata a Imperia 25 anni fa cerca la mamma biologica per dirle grazie: l’appello di Maria Elena diventa virale su TikTok

Imperia. Maria Elena Lombardo è nata il 12 dicembre 1997 a Imperia e su TikTok ha pubblicato un video, diventato virale in poche ore, nel quale rivolge un ringraziamento alla sua mamma biologica, la donna che l’ha messa al mondo 25 anni fa e che l’ha data in adozione subito dopo la sua nascita:

«Ho fatto questo video perché credo nel potere dei social e della condivisione, volevo provarci. A circa due mesi dalla mia nascita sono stata adottata da una famiglia meravigliosa; la mia mamma e il mio papà mi hanno dato tutto l’amore che un bimbo può desiderare nella vita e non li ringrazierò mai abbastanza», racconta la giovane, ora residente nell’entroterra genovese e di professione analista del colore digitale.

«Per 25 anni cresco felice, viziata, amata, ma anche con delle domande. Le più frequenti erano sicuramente perchè?, chi?, come?, se il giorno del mio compleanno potesse mai rivolgere un pensiero a me, cosa ha pensato per 9 mesi con me, se il mio viso, i miei tratti, i miei lineamenti possano rispecchiarsi nei volti di qualcun altro, se condivido con qualcuno un fratello o una sorella. Non ho mai saputo nulla o chiesto nulla ai miei genitori, ma è una cosa che mi ha sempre toccata e mi ha fatta vivere con il senso dell’abbandono».

Numerosi gli interrogativi che sin dall’infanzia hanno affollato la mente di Maria Elena e che l’hanno infine portata a cercare delle risposte: «Ho scoperto di essere nata podalica facendo una visita con un fisioterapista e questo mi ha spinta a scrivere la mia storia su un gruppo Facebook. Un’infermiera si ricordava di me, della storia della mia nascita e due settimane fa mi ha contattata, dicendomi che si ricorda di una bambina di 15 anni che venne in ospedale di nascosto dai genitori perché aveva scoperto di essere incinta. Una bambina di 15 anni alla quale più volte è stato proposto di abortire perché quella era la strada più semplice, ma lei ha sempre rifiutato. Una bambina di 15 anni che ha deciso di tenere una gravidanza nascosta per 9 mesi, fasciandosi la pancia e che il giorno del parto disse ai suoi genitori che era ricoverata in ospedale per un malore, quando in realtà mi stava dando alla luce. Ho sempre pensato di essere stata abbandonata da una persona con problemi di salute o altro, sapere i fatti mi ha permesso di andare avanti e di pensare che in realtà non è stato un voler abbandonare qualcuno, da quando ho scoperto questa cosa mi vivo in modo diverse tante cose, anche nelle relazioni».

Da lì è nato il desiderio di ringraziare quella donna che ha lottato per farla nascere e che le ha permesso di vivere una vita meravigliosa: «Non so il tuo nome, non so chi tu sia, cosa tu faccia, dove tu viva, non so quasi nulla di te e ammetto che ci sarebbero tante cose che ti vorrei chiedere, ma capisco anche che magari tu non voglia o non possa, quindi va bene così. Se vorrai contattarmi sono qui, però se per caso stai guardando questo video volevo semplicemente dirti che non ce l’ho con te e grazie perché mi hai reso la bambina più felice del mondo, mi hai permesso di vivere una vita fantastica, circondata dall’amore più grande e potente che io possa aver mai ricevuto, grazie perché anche tu a tua volta mi hai amata, con il tuo gesto mi hai regalato questa vita. Sei stata la prima persona al mondo ad avermi amata e che ha compiuto per me il gesto più bello di tutti, quindi, chiunque tua sia, semplicemente grazie».

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.