microsoft-svela-windows-11:-arriva-gratis-entro-la-fine-dell’anno

Microsoft svela Windows 11: arriva gratis entro la fine dell’anno

Il grande annuncio di Microsoft su Windows 11 è stato rovinato da un live streaming tremendo. Su questo c’è poco da dire: nel 2021 la principale azienda tech al mondo, sicuramente la più longeva, non può tenere un evento dal vivo per 45 minuti senza che la connessione si interrompa. Ma andiamo oltre.

@satyanadella dovete aumentare la banda per lo streaming #microsoftevent #Windows11 pic.twitter.com/bfXta89yO3

— Vincenzo Randazzo  ♟? (@metrovinz) June 24, 2021

Il nuovo aggiornamento, chiamato Windows 11 come oramai era chiaro, arriva sei anni dopo il rilascio dell’ultima iterazione, Windows 10. Potremmo definirlo Windows 10.5, visto che l’OS non porta con sé uno stravolgimento di forme e di contenuti ma un concreto miglioramento dell’interfaccia utente e di molte app, oggi più chiare e semplici da usare, in stile macOS insomma. Tutto molto simile a quello che avevamo visto di Windows 10x, la versione che Microsoft aveva pensato per i dispositivi “leggeri”, in concorrenza con Chrome OS.

Il menu Start

Da quando, circa una settimana fa, sono state diffuse online le prime notizie sull’update, il grosso si è concentrato sul menu Start. E infatti, il colosso di Redmond ha deciso che era arrivato il momento di spostare la posizione del fatidico pulsante dalla sinistra al centro dello schermo (si può ancora riportare lì però, per i nostalgici).

Il nuovo menu Start

Non si tratta solo di una nuova posizione: al clic, ci si accorge del lavoro di riduzione che è stato compiuto dal team di Windows. Basta icone grandi e scritte mastodontiche, via quel senso di pesantezza pure nell’aprire un menu veloce nell’avvio rapido. Ora Start è molto più snello. Comunque racchiude ancora le app e pure una manciata di widget, che somigliano un sacco a quelli di Android e sono potenziati dall’intelligenza artificiale, per mostrare novità quando l’utente ne ha bisogno, come le ultime notizie su argomenti preferiti, il meteo prima di uscire di casa e il traffico sul percorso più utilizzato.

Il nuovo Windows App Store

Legato alle app è il nuovo negozio digitale di Microsoft. Fino ad ora, a bordo del Windows App Store potevano esservi solo app di Microsoft e delle aziende direttamente controllate o “amiche”.

Avvicinandosi di più al concetto di “negozio” a tutto tondo, Nadella ha spiegato che adesso Microsoft apre a tutti gli sviluppatori, indipendenti e software house. Le prime sono Instagram e TikTok ma è evidente che qualsiasi creatore di applicazioni avrà adesso un luogo virtuale in più dove promuovere i propri lavori.

Spazio alla produttività…

Windows 11 potrebbe segnare la fine di Skype. Il motivo è che dentro il prossimo aggiornamento troverà uno spazio preferenziale, nella barra delle applicazioni, Teams.

Microsoft punta molto su quest’app come fulcro centrale delle comunicazioni, professionali e non, e della collaborazione tra colleghi. Skype continuerà a esistere ma è evidente che gli ultimi 18 mesi hanno posto Teams in cima ai progetti software della compagnia, come conseguenza dell’esplosione del lavoro da remoto e della didattica a distanza.

L’integrazione di Teams nella barra

…e al gaming

Uno dei mantra più recenti del CEO di Microsoft, Satya Nadella, è stato che Microsoft è pienamente coinvolta nel settore videoludico. Il riferimento è ovviamente alla divisione Xbox, che in Windows 11 assume un ruolo centrale. Microsoft ha incluso infatti funzionalità come l’Auto HDR, che utilizza l’intelligenza del computer per migliorare le immagini in un videogioco. “La differenza è sorprendente” ha detto Sarah Bond, dirigente dell’ecosistema Xbox, durante l’evento.

La resa di Auto Hdr e la differenza con l’Sdr

Quando si scarica, e come

Windows 11 si scaricherà entro la fine dell’anno gratis, sia per chi possiede un computer con Windows 10 che per chi è rimasto su sistemi precedenti. Microsoft però non ha detto quali ma potrebbe essere un’operazione possibile solo da Windows 8 in poi.

Tutti i pacchetti finiti online nelle scorse ore non è detto siano esenti da malware. E infatti l’azienda suggerisce di passare solo per gli strumenti ufficiali di aggiornamento. Prima della disponibilità, saranno messi in commercio già computer, desktop e portatili con Windows 11, così da facilitarne l’acquisto in prossimità delle feste natalizie.

Potrebbe interessarti:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *