manifestazione-a-vent’anni-dal-g8,-il-padre-di-carlo-giuliani:-“non-ho-perdonato-placanica,-pero-lo-considero-all’ultimo-livello-di-responsabilita”-(video)

Manifestazione a vent’anni dal G8, il padre di Carlo Giuliani: “Non ho perdonato Placanica, però lo considero all’ultimo livello di responsabilità” (VIDEO)

Non ho perdonato Mario Placanica, ma lo considero all’ultimo livello di responsabilità. I primi responsabili sono gli ufficiali, indegni che hanno fatto carriere strepitose”. Lo ha detto a La Voce di Genova Giuliano Giuliani, il padre di Carlo, il manifestante ucciso il 19 luglio 2001 da un colpo di pistola sparato dal carabiniere Mario Placanica, durante uno scontro tra forze dell’ordine e manifestanti in piazza Alimonda.

Giuliani era presente alla marcia zapatista partita proprio da piazza Alimonda, arrivata in piazza De Ferrari. (QUI)

Questo paese non ha fatto i conti fino in fondo con quello che è successo – ha commentato Giuliani – Quello che è successo a Santa Maria Capua Vetere riesce a riproporre le questioni di Bolzaneto e quindi rifare i conti che peraltro erano già stati fatti, perché le ultime sentenze avevano riconosciuto che lì non si distribuivano cioccolatini e caramelle, ma che era una repressione violenta e ingiustificata. Il problema, sulle questioni di Carlo è pretendere un po’ di giustizia che non c’è stata. Non hanno voluto neanche fare un processo.

Io non dico che i processi arrivano sempre alla verità, ma molte volte sì, per fortuna, perché non ci sono soltanto magistrati disonesti come quelli che si sono occupati della vicenda tragica di Carlo, ma ci sono magistrati che si battono veramente per la verità, e quindi è possibile farlo. Lo hanno negato

”.

Lei di recente ha perdonato Placanica.

No, non è che lo abbia perdonato. Però dico che, ammesso che sia stato lui a sparare, e non uno più esperto, in ogni caso considero Placanica all’ultimo livello della responsabilità. I primi responsabili sono gli ufficiali del reparto, la manovra che hanno fatto in piazza Alimonda, il mancato intervento a difesa della jeep. Ufficiali indegni che hanno fatto carriere strepitose e che secondo me dovrebbero preoccupare il paese e l’opinione pubblica“.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *