maneskin:-quasi-30-milioni-di-ascoltatori-mensili-su-spotify,-superano-i-beatles

Måneskin: quasi 30 milioni di ascoltatori mensili su Spotify, superano i Beatles

I Måneskin battono ogni record: con la cover del brano Beggin il gruppo romano guadagna il quinto posto nella classifica mondiale degli ascolti Spotify; ora hanno 28.018.192 ascoltatori mensili e hanno superato persino i Beatles, che ne hanno 24.421.453.

MANESKIN PASSED THE BEATLES????? https://t.co/GKulwgD5bx

— anna⁷~~ ?⚔️ (@izoneskouro) June 30, 2021

La scalata dei record sulla piattaforma di streaming musicale è cominciata immediatamente dopo la vittoria all’Eurovision 2021: già il 3 giugno avevano 10.508.886 contatti, più dei Muse (10.477.267) e quasi quanto quelli dei Pearl Jam (10.830.534).

Quattro settimane dopo, poi, il numero di ascolti è triplicato grazie a I Wanna Be Your Slave e Zitti e buoni, entrambe con oltre 100 milioni di ascolti; di poco inferiori anche i numeri di Torna a casa, la bellissima ballad del 2018, vicina ai 100 milioni.

Il modo in cui questi ragazzi stanno continuando a infrangere ogni record possibile. Una canzone in top 3, una in top 10 e una in top 50 GLOBALE, rendiamoci conto. ?#Maneskin https://t.co/nCNmX7pFxY

— Nicolò (@NicoloC__) June 26, 2021

Si tratta di numeri impressionanti per una rock band italiana: ad esempio, i Negramaro hanno 1.222.761 ascoltatori mensili e gli Afterhours 244.584; anche una popstar internazionale come Laura Pausini ha solo 5.766.862 ascoltatori.

Intanto, cresce il successo per il loro ultimo album Teatro d’ira Vol.1, ora al quinto posto della Top 50 Albums Global, la classifica degli album più ascoltati nel mondo. Rimangono da battere i dischi di Olivia Rodrigo, Dua Lipa e Justin Bieber; non sono più un pericolo, invece, Migos, The Weeknd e Harry Styles.

Questi ragazzi hanno infranto ogni record #maneskin pic.twitter.com/3NlHDvk6nV

— ⚡️Simone⚡️ (@emmividaloca) June 30, 2021

Ricordiamo che il numero di ascolti su Spotify non può essere considerato come unico metro di misura per la popolarità di un artista, ma è comunque utile per capire quanto siano effettivamente conosciuti.

Nel frattempo, continuiamo a chiederci chi ci sia dietro il loro successo: dopo la separazione con Marta Donà, il gruppo ha annunciato che il nuovo manager che li segue non è il produttore Simon Cowell (come aveva ipotizzato il New York Times).

? | Måneskin confirmed that Simon Cowell will NOT be their manager. ? pic.twitter.com/cx1sJkhUjm

— MÅNESKIN OFFICIAL FANCLUB (@ManeskinFanClub) June 28, 2021

Dopo il posizionamento record nella top ten britannica Uk Singles Chart, con un contemporaneo sesto e decimo posto, non ci resta che scoprire quali altri record bruceranno nelle prossime settimane.

Continua l’ascesa dei Måneskin che collezionano un nuovo risultato record, posizionandosi #6 con “I WANNA BE YOUR SLAVE” e #10 con “Beggin” nella Uk Singles Chart. E’ la prima band italiana con due singoli contemporaneamente nella Top Ten britannica. #ANSA https://t.co/BhEQYd568F

— Agenzia ANSA (@Agenzia_Ansa) June 26, 2021

Credit foto principale: REUTERS/Piroschka van de Wouw

Potrebbe interessarti:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *