mancano-200-operatori-tra-infermieri-e-oss-nel-trevigiano:-cgil,-cisl-e-uil-in-piazza-per-protestare.

Mancano 200 operatori tra Infermieri e OSS nel Trevigiano: Cgil, Cisl e Uil in piazza per protestare.

Successo per il presidio di piazza Indipendenza promosso da Cgil, Cisl e Uil l’altra mattina a favore della sanità pubblica del Trevigiano.

Grande partecipazione di lavoratori e sindacalisti al presidio di Cgil, Cisl e Uil contro la carenza di personale nella sanità pubblica.

Per i sindacati “ai concorsi si presentano sempre meno candidati, contratti fermi e assunzioni che non arrivano”.

Secondo Cgil, Cisl e Uil mancherebbero 150 infermieri in Ulss 2, oltre trenta invece le caselle attualmente vuote fra gli operatori socio sanitari.

E gli oss nelle case di riposo? Le necessità annue di assunzione risultano 180. Le maternità fra le infermiere in Ulss? Arrivano a 80-90 all’anno, ma c’è sempre grande difficoltà nel reperire sostitute.

Numeri eloquenti per porre l’accento su un sistema pubblico “non più attrattivo come un tempo”, che paga “un’assenza di programmazione”.

L’articolo Mancano 200 operatori tra Infermieri e OSS nel Trevigiano: Cgil, Cisl e Uil in piazza per protestare. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.