Per non buttare 400mila dosi di vaccino anti-Covid la Pfizer ha ottenuto dall’ente regolatorio della Svizzera l’estensione della scadenza a dodici mesi. Se non avesse ottenuto questa proroga, infatti, una quantità enorme di fiale (circa 400mila) sarebbero finite nella spazzatura. L’Istituto per gli agenti terapeutici Swissmedic ha spiegato che “l’estensione della durata di stabilità è valida da subito per tutti i lotti attualmente disponibili e per quelli futuri”, riporta il Tempo. Il prolungamento concesso è di tre mesi.

Variante Xf, la super-fusione tra Delta e Omicron: Già in Italia, l'ultima minaccia-Covid

A settembre scorso, anche l’Italia aveva stabilito una proroga simile, prolungando la validità da marzo a giugno 2022. E al momento non sappiamo se verrà prolungata ulteriormente la scadenza. Nel nostro Paese sono circa 10 milioni le dosi Pfizer inutilizzate E molte di queste verranno donate ai Paesi più poveri dove mancano i vaccini anti-Covid. 

Omicron, situazione non ottimale. Il bollettino: 83.643 casi e 169 decessi, la verità dietro questi numeri

Intanto la Pfizer ha comunicato di “lavorare per migliorare i vaccini anti-Covid“. Secondo l’azienda farmaceutica un vaccino che abbia la copertura di un anno sarebbe “la soluzione ottimale. È molto difficile con questo virus, ma ci stiamo lavorando”, ha…