l’intelligenza-artificiale-di-tiktok-va-in-vendita-ad-altre-aziende

L’intelligenza artificiale di TikTok va in vendita ad altre aziende

App di social gaming, come GamesApp, o del mondo del fashion, tra cui Goat, e dei viaggi, come WeGo, utilizzeranno lo stesso algoritmo che regge TikTok.

ByteDance, la casa madre della piattaforma che ha reso famosi i brevi clip video, ha aperto la divisione ByePlus proprio per vendere l’intelligenza artificiale che, nel corso del tempo, ha migliorato l’esperienza utente di TikTok, rendendola più personale.

Ogni volta che scrolliamo il feed e vediamo uno dei video suggeriti, questo arriva dai veloci e potenti calcoli dell’IA, come peraltro accade anche su altri siti, come YouPorn, che ha perfezionato il suo codice di machine learning per i visitatori del portale.

Come monetizzare l’IA

L’algoritmo di raccomandazione di TikTok è una parte fondamentale del business di ByteDance ed era quindi logico che il gruppo volesse monetizzarlo. Tutto si basa sul modo con cui gli iscritti interagiscono con l’app. Ad esempio, se si spende molto di più su un profilo, l’algoritmo tenderà a mostrare più contenuti a esso correlati, senza nascondere gli altri.

La società ha spiegato in un post sul blog l’anno scorso come il feed ForYou determini quali video mostrare a un determinato utente. I consigli vengono creati anche dai commenti rilasciati, persino da quelli letti (come faccia è difficile dirlo, probabilmente dal focus su un certo testo in una zona “centrale” dello schermo), ma anche dalle informazioni inserite nelle didascalie e gli hashtag utilizzati. Non basta? I dati per creare un’esperienza ad hoc includono pure lo smartphone che si usa, le preferenze di lingua e la posizione geolocalizzata di chi guarda e di ciò che viene guardato. Così, se abbiamo un interesse particolare per gli utenti residenti nel Regno Unito, TikTok darà una preferenza apposta per questi.

Stando a un report del Financial Times, che ha diffuso per primo la notizia, BytePlus offre ai clienti la possibilità di accedere all’algoritmo di raccomandazione e personalizzarlo per le proprie app. BytePlus vende anche la traduzione automatica di testo e voce ed effetti video in tempo reale, nonché strumenti di analisi dei dati.

Sullo sfondo, lo scontro Usa-Cina

Gli Stati Uniti, con Biden, hanno revocato un ban per TikTok all’inizio di giugno, dopo che Trump voleva obbligare la casa madre ad aprire una succursale negli States o a vendere le quote dei partecipanti americani. Una legge cinese dell’agosto 2020 vieta l’esportazione di tecnologie nazionali all’estero, senza una specifica autorizzazione. In questa categoria potrebbe rientrare anche l’algoritmo di TikTok.

Video più lunghi

Proprio nelle ultime ore, TikTok ha annunciato l’apertura, per tutti, del nuovo limite di registrazione dei video, che passa da 60 secondi a 3 minuti. Abilitata a fine 2020 solo per un ristretto numero di beta tester, l’opzione permetterà di girare filmati con lunghezza tre volte maggiore, sperando che questo possa aumentare il numero di iscritti anche in termini di concorrenza con altri rivali, come YouTube. Il rollout dell’opzione si completerà nel corso delle “prossime settimane”.

Per saperne di più:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *