liguria,-toti-valuta-nuove-misure-restrittive:-i-dettagli

Liguria, Toti valuta nuove misure restrittive: i dettagli

GENOVA – «Abbiamo chiesto alla task force di Alisa, Ministero della Salute e ISS la possibilità di prendere misure ulteriormente restrittive nel territorio ligure compreso tra Sanremo e il confine con la Francia, laddove l’incidenza del Covid dovesse salire ulteriormente». Lo ha spiegato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti stamani in Consiglio regionale. «Le misure potrebbero andare dalla ‘zona arancione’ al blocco di circolazione tra Comuni, fino a restrizioni degli orari degli esercizi commerciali», ha detto.

Aumento dell’incidenza

«Tra il confine italo-francese e Sanremo nelle prossime ore è possibile che qualche misura di contenimento del Covid si renda opportuna se la pressione sugli ospedali dovesse aumentare, non voglio neanche drammatizzare oltremisura», ha aggiunto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. Negli ultimi giorni l’incidenza del Covid tra il confine italo-francese e Sanremo si è aggirata su 4,5 casi ogni diecimila abitanti e la pressione sul Covid hospital di Sanremo è cresciuta significativamente. Perciò la Regione Liguria ha deciso di anticipare la campagna vaccinale per i frontalieri under 55 utilizzando cinquemila dosi di vaccino AstraZeneca in arrivo. Nella vicina Imperia è sotto osservazione da parte delle autorità sanitarie, inoltre, un focolaio che ha colpito la comunità turca.

«Non drammatizzare»

«È importante non drammatizzare l’incidenza del Covid dal confine francese fino a Sanremo, che si aggira attorno a 4,5 casi su 10 mila persone, mentre a livello regionale il dato è di 1,9: teniamo conto che l’incidenza durante il picco pandemico, nella terza settimana di novembre, è arrivata a sfiorare i 9 su 10mila», ha comunque sottolineato il presidente Toti. «Siamo di fronte a una pressione che è attorno alla metà di quella del picco pandemico, ma che sta producendo un significativo afflusso verso i nostri ospedali. – spiega – Nelle prossime 24/36 ore, prima del bollettino settimanale dell’ISS di giovedì notte e delle determinazioni di venerdì, assieme al Ministero della Salute arriveremo a una decisione, anche sulla base dei dati di ieri, oggi e domani, che segnano un flebile alleggerimento della pressione sui nostri ospedali, un dato che, se venisse confermato, ci conforterebbe molto».

Immagine di copertina rappresentativa / Screenshot da profilo Facebook Giovanni Toti

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *