la-spagna-dice-no-al-green-pass-obbligatorio

La spagna dice no al green pass obbligatorio

Il Tribunale superiore della Galizia ha bocciato l’obbligo di presentazione di green pass per accedere all’interno di ristoranti, bar e locali notturni nella comunità. Lo ha riferito El Pais. La regione autonoma era l’unica dove ancora fosse obbligatorio il certificato, dopo che in Andalusia, Cantabria e Canarie era stato escluso.

Il tribunale ha affermato che la misura «manca di validità perché non autorizzata dalla giustizia», si legge in una nota. A differenza di Paesi come l’Italia, dove è stato annunciato l’obbligo di possesso del green pass covid per accedere a scuola e università, il governo spagnolo non prende in considerazione, almeno per adesso, la possibilità di rendere obbligatoria la vaccinazione per gli insegnanti.

Lo ha affermato la ministra dell’Istruzione, Pilar Alegría, in un’intervista concessa alla radio Cadena Ser. “Praticamente tutti gli insegnanti si sono già vaccinati volontariamente”, ha detto Alegría. “Il nostro Paese sta offrendo un’immagine di assoluta responsabilità rispetto al processo di vaccinazione”, ha aggiunto, in allusione al fatto che in altri Paesi europei i movimenti no-vax sembrano aver più forza che in Spagna.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *