indianapolis-500,-le-qualifiche-promuovono-grosjean-e-sato

Indianapolis 500, le qualifiche promuovono Grosjean e Sato

Riscontri molto interessanti nella sessione di qualifiche che dovevano decretare i dodici piloti più veloci della Top 12 che da domani si giocheranno le posizioni nelle prime quattro fila della 500 Miglia di Indianapolis

Qualche conferma, un paio di clamorose sorprese. Ma anche non poche delusioni.

Indianapolis 500 VeeKay
Rinus VeeKay, il più veloce in prova nelle qualifiche (AP LaPresse)

Si può sintetizzare così l’esito delle qualifiche della 500 Miglia di Indianapolis che ha visto in pista tutti e 33 i piloti iscritti alla ricerca della miglior partenza possibile in griglia.

Indianapolis 500, VeeKay il più veloce

La conferma arriva sicuramente da Takuma Sato, estremamente veloce nelle prove libere e decisamente convincente anche nell’affollamento delle qualifiche. Nonostante una sanzione che in mattinata ha ridotto la presenza in pista del giapponese. E una gran botta durante il suo primo tentativo veloce del pomeriggio che non gli ha impedito di chiudere 12esimo. E dunque appena dentro la Top 12 ma davanti ad autentici mostri sacri come il quattro volte campione Helio Castroneves, solo 27esimo, Juan Pablo Montoya, 30esimo o campioni di recente memoria come Simon Pagenaud.

Bene Grosjean

La sorpresa arriva se mai da chi, come Romain Grosjean si è trovato per la prima volta a misurarsi con l’ovale della 500 Miglia che lo scorso anno l’ex pilota di F1 aveva preferito rinviare a maggiore esperienza acquisita. Nonostante il vento, il traffico e una minaccia di pioggia incombente che ha chiuso in anticipo il calendario delle qualifiche, Grosjean ha dimostrato tutta la sua perseveranza chiudendo con il nono posto assoluto davanti a piloti ben più esperti come lo stesso Sato, Scott Divxon e Will Power.

Una sorpresa può anche essere considerato il tempo di Rinus VeeKay della Ed Carpenter Racing che chiude i suoi quattro giri con una media nettamente più veloce a quella dei suoi avversari: 233.655, oltre 0.6 miglia orarie meglio di Pato O’Ward e quasi un miglio più veloce di Rosenqvist, terzo. Merito della scelta del pilota olandese di anticipare i tempi e sfruttare una condizione della pista migliore e una temperatura più fresca.

Promossi e bocciati

Molto bene anche il debuttante assoluto David Malukas, 13esimo, subito alle spalle del compagno di scuderia Sato. Non benissimo invece Colton Herta, solo 25esimo. Sfortunato interrotto dalla pioggia proprio quando stava iniziando il warm up, si accontenta del 21esimo posto. Ultimo in griglia Stefan Wilson, inserito all’ultimo istante in griglia ma penalizzato dal cambio di motore

La Top 12 di Indianapolis 500

Rinus VeeKay Chevy Ed Carpenter Racing
2 Pato O’Ward Chevy Arrow McLaren SP
3 Felix Rosenqvist Chevy Arrow McLaren SP
4 Alex Palou Honda Chip Ganassi Racing
5 Tony Kanaan Honda Chip Ganassi Racing
6 Jimmie Johnson Honda Chip Ganassi Racing
7 Ed Carpenter Chevy Ed Carpenter Racing
8 Marcus Ericsson Honda Chip Ganassi Racing
9 Romain Grosjean Honda Andretti Autosport
10 Scott Dixon Honda Chip Ganassi Racing
11 Will Power Chevy Team Penske
12 Takuma Sato Honda Dale Coyne Racing w/RWR

Questa invece la griglia di partenza, tre piloti per fila, dalla tredicesima posizione

13 David Malukas Honda Dale Coyne Racing with HMD
14 Josef Newgarden Chevy Team Penske
15 Santino Ferrucci Chevy Dreyer & Reinbold
16 Simon Pagenaud Honda Meyer Shank Racing
17 JR Hildebrand Chevy AJ Foyt Enterprises
18 Conor Daly Chevy Ed Carpenter Racing
19 Callum Ilott Chevy Juncos Hollinger Racing
20 Alexander Rossi Honda Andretti Autosport
21 Graham Rahal Honda Rahal Letterman Lanigan Racing
22 Sage Karam Chevy Dreyer & Reinbold
23 Marco Andretti Honda Andretti Herta Autosport w/ Marco & Curb
24 Devlin DeFrancesco Honda Andretti Steinbrenner Autosport
25 Colton Herta Honda Andretti Autosport
26 Scott McLaughlin Chevy Team Penske
27 Helio Castroneves Honda Meyer Shank Racing
28 Kyle Kirkwood Chevy AJ Foyt Enterprises
29 Dalton Kellett Chevy AJ Foyt Enterprises
30 Juan Pablo Montoya Chevy Arrow McLaren SP
31 Christian Lundgaard Honda Rahal Letterman Lanigan Racing
32 Jack Harvey Honda Rahal Letterman Lanigan Racing
33 Stefan Wilson Chevy DragonSpeed with Cusick Motorsports

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.