il-figlio-e-gay,-la-famiglia-non-lo-accetta:-costretto-ad-affrontare-“prove-di-virilita”

Il figlio è gay, la famiglia non lo accetta: costretto ad affrontare “prove di virilità”

Torino, 13 apr — Lo hanno costretto a correre nel cuore della notte, a leggere di fronte alla famiglia i pensieri intimi scritti in un diario segreto, e infine gli hanno organizzato un incontro sessuale con una ragazza: tutte prove di virilità che una famiglia sottoponeva a un ragazzo di quindici anni perché incapaci di accettarne l’omosessualità. Il fatto, emerso quando l’adolescente aveva trovato il coraggio di rivolgersi alla psicologa della scuola, è avvenuto a Torino. Una volta ascoltato il 15enne, alla professionista non è rimasto altro da fare che allertare i servizi sociali, i quali, a loro volta, si sono rivolti alla Procura perché indagasse.

Prove di virilità per il figlio gay

Il ragazzo ha descritto quindi le prove di virilità a cui lo costringevano i genitori, che ritenevano inaccettabili le tendenze omosessuali del figlio. Oltre alle costrizioni decisamente «vecchio stampo», al giovane veniva impedito di vestirsi in modo eccentrico e di truccarsi come lui avrebbe voluto. Una volta, per punirlo, sarebbero arrivati a rompergli la Play Station. Sentito il giovane, il giudice ha optato per l’allontanamento dell’adolescente dalla casa dei genitori — che ora rischiano di perdere la potestà genitoriale — perché venisse trasferito in una comunità per minori.

Ora in comunità

Di rimando, il padre e la madre del 15enne difendono con forza il regime a base di «prove di virilità» e fanno sapere, attraverso il loro legale Valentina Colletta, che si trattava di «comportamenti educativi». Il padre avrebbe costretto il figlio a correre in piena notte dopo averlo sorpreso di fronte alla Play Station ad un’ora molto tarda: «Se non hai voglia di dormire allora vai a correre». L’incontro organizzato con una coetanea, sarebbe stato pianificato sempre dal padre, per dissipare la «confusione sessuale» nella mente del ragazzo e fargli provare un’esperienza etero.

Cristina Gauri

L’articolo Il figlio è gay, la famiglia non lo accetta: costretto ad affrontare “prove di virilità” proviene da Il Primato Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.