i-capelli-corti-dopo-i-50-anni

I capelli corti dopo i 50 anni

L’estate è arrivata da un po’ e il taglio corto è sicuramente un trend che molte donne vogliono seguire. Ne esistono moltissimi tipi, spesso amati anche dalle star, e bisogna riuscire a capire quale sia il più adatto alla propria età.

Il taglio corto a 50 anni

I più grandi esperti di styling hanno svelato che i capelli corti sono sempre in grado di ringiovanire un volto, addirittura di un decennio. Per questo le donne di 50 anni scelgono sempre più spesso un taglio corto, anche se non è semplice rinunciare alla lunghezza di capelli a cui ci si è abituati nel tempo. In realtà anche i capelli corti possono essere femminili e sexy, tanto che ci sono moltissime star che scelgono di darci un taglio arrivate ad una certa età.

Monica Bellucci, per esempio, appena superati i 50 anni ha deciso di accorciare la sua famosa chioma. I 50 anni sono una fascia d’età in cui molte donne iniziano a risentire del passare del tempo e ad avere qualche piccolo cedimento, anche psicologico, che si potrebbe sicuramente risolvere con il giusto taglio di capelli. Tra le tante star che hanno deciso di tagliare i propri capelli arrivate a 50 anni troviamo Monica Bellucci, Naomi Watts, Jamie Lee Curtis, Cate Blanchett e moltissime altre.

Le regole dei capelli corti dopo i 50 anni

I tagli di capelli hanno lo scopo di rendere ogni donna consapevole del proprio aspetto e della propria bellezza, portando la propria età con grazia ma anche con grande ironia. Esistono diversi consigli per mantenere questo look così particolare. Prima di tutto è bene sapere che scalature ben calibrate come leggere frange o ciuffi, superati i 50 anni, sono perfetti per mascherare qualche piccolo difetto o qualche ruga in più. Le lunghezze pari e i tagli geometrici andrebbero lasciati alle donne più giovani, perché enfatizzano l’irregolarità dei lineamenti di un viso non proprio perfetto. Sono da bandire anche i volumi eccessivi. Non importa se siete amanti degli anni Settanta, è bene ricordarvi che un taglio così particolare non sta bene a tutti e che le onde potevano essere sfoggiate alla perfezione solo da Farrah Fawcett.

Varie tipologie di tagli corti

Esistono tantissimi tagli corti diversi. Si parte dal bob, fino ad arrivare ai carré sfilati, appena sotto le orecchie, che possono essere portati lisci o mossi a seconda delle occasioni. Con le onde è sicuramente più vivace, mentre liscio dona un tocco davvero molto raffinato. Il caschetto con riga laterale o centrale è sicuramente molto gestibile e può star bene a tutti i volti. Se siete donne che amano osare, allora potete optare per il boyish cut, ovvero il taglio da maschietto, come quello di Charlize Theron, Michelle Williams oppure Audrey Hepburn. Esiste anche un’altra versione più moderna del tradizionale pixie, ovvero il bixie, il corto che sta conquistando le strade di New York. È un taglio più corto davanti e più lungo dietro, che osa notevolmente per quanto riguarda le scalature, diventando più dinamico e sicuramente perfetto dopo i 50 anni.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.