franco-morbidelli-sul-futuro-in-motogp:-il-pilota-non-lo-nasconde

Franco Morbidelli sul futuro in MotoGP: il pilota non lo nasconde

Franco Morbidelli parla del suo futuro in MotoGP. Legato da un contratto con Yamaha, non nasconde qualche timore.

E’ sicuramente il momento più difficile della sua carriera, ma non ha nessuna intenzione di mollare la presa. Franco Morbidelli deve fare i conti con tante difficoltà nell’adattamento alla Yamaha M1, la stessa moto con cui Fabio Quartararo ha già vinto un titolo iridato e si avvia a vincere il secondo consecutivo. Una situazione che fa cadere ogni alibi, anche se è evidente che lo stile di guida del pilota italiano non si addice alla nuova moto.

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (foto LaPresse)

Solo il campione francese riesce a spingere al limite il prototipo di Iwata, tutti i colleghi di marca sono in difficoltà, non solo Franco Morbidelli. Compreso il veterano della classe regina Andrea Dovizioso, esperto nel portare avanti l’evoluzione di una moto, come dimostra la sua lunga esperienza in Ducati e le tre volte in cui si è affermato vice campione del mondo. Ma per Morbidelli l’uscita dal Mondiale non è certo da mettere in preventivo come per il ‘Dovi’, che ormai può vantare oltre un ventennio nel mondo delle corse motociclistiche.

Morbidelli e le incertezze sul futuro

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (Foto LaPresse)

Franco Morbidelli sa di avere le spalle coperte almeno fino al termine del prossimo anno. Ma in una classe di altissimo livello come la MotoGP nulla si può dare per certo e scontato. Nelle settimane precedenti alla pausa estiva alcune voci ipotizzavano una possibile rescissione del contratto con un anno di anticipo, ma i vertici del team giapponese hanno smentito. Sicuramente i risultati sono deludenti, con una sola top 10 nei primi 11 GP, ma nessuno ha pensato di fargli le valigie.

Massima fiducia anche da parte del pilota della VR46 Academy: “Mi fido della mia squadra e mi fido della loro fedeltà al contratto – riporta il sito Corsedimoto -. Sono tutte brave persone. E confido di ritornare a fare buoni risultati per cancellare ogni dubbio“, ha detto il pilota della Yamaha factory che si dice dispiaciuto per quanto accade in Suzuki: “E’ davvero triste che così tanti lavoratori qualificati rimangano senza lavoro da un giorno all’altro“.

I due piloti Suzuki andranno ad occupare le fila della Honda, Franco Morbidelli al momento si sente sicuro, ma consapevole che tutto può succedere: “Nessuno può essere certo del futuro. Chi può essere sicuro oggi di cosa riserva loro il futuro? Contrattualmente io sono calmo, ma chissà…“.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.