l’intervista

Mezzogiorno, 30 agosto 2022 – 08:32

Il ministro: «Io candidato qui, la Cultura darà lavoro»

di Angelo Agrippa

«La nostra non è soltanto una sfida elettorale, ma è una battaglia per il futuro di Napoli. La destra vuole smantellare il Patto per Napoli, il pacchetto di risorse costruito per rilanciare questa bellissima capitale del Mediterraneo. Noi lo difenderemo con i denti fino alla fine. Lo abbiamo voluto con Manfredi, che sedeva accanto a me in Consiglio dei ministri, e lo difenderemo». Dario Franceschini, ministro della Cultura, è candidato capolista al Senato a Napoli. No, dice di non sentirsi assolutamente un paracadutato, anche perché dal 2014, da quando è impegnato nella missione governativa, la sua attenzione è stata concentrata sulla valorizzazione dell’intero sistema monumentale, artistico e museale della Campania.

Perché ha deciso di candidarsi a Napoli?

«In questi anni mi sono reso conto della grande chance offerta dalla sfida culturale e turistica: poter creare lavoro fornendo il giusto valore al recupero della bellezza e far rimanere qui i tanti giovani appassionati, legati alla città. E questo lo dico al di là delle cose che si ripetono in campagna elettorale. Ma davvero vorrei avere l’onore di…