fondi-anche-al-carlo-felice-per-il-sostegno-degli-artisti-ucraini-in-italia

Fondi anche al Carlo Felice per il sostegno degli artisti ucraini in Italia

Il finanziamento stanziato per le Fondazioni aiuta la cultura ucraina a non fermarsi e consente di portare avanti quei contatti avviati dal nostro Teatro“. Così l’assessore alla Cultura e allo Spettacolo Ilaria Cavo commenta il decreto firmato dal ministro Dario Franceschini che destina 2 milioni di euro a 20 fondazioni culturali italiane per la realizzazione di residenze artisti ucraini nei rispettivi settori di attività. Tra questi enti c’è anche il Carlo Felice.

Spettacoli ucraini nel nostro teatro possono essere un grande segnale di inclusione per i profughi ospitati sul nostro territorio– aggiunge Ilaria Cavo- È anche con la cultura che si sostiene l’accoglienza e si dà speranza ad una comunità“.

Desidero esprimere il mio plauso per l’iniziativa del ministro Franceschini a sostegno del mondo della cultura ucraino messo in ginocchio dalla guerra – dichiara il Sovrintendente del Teatro Carlo Felice di Genova Claudio Orazi – e a favore della ricostruzione del Teatro di Mariupol. La Fondazione Teatro Carlo Felice ha già avviato rapporti e stabilito contatti con i rappresentanti delle maggiori istituzioni culturali e di spettacolo ucraine, inserendo loro significativi contributi nelle prossime stagioni del Teatro, a partire dalla prossima stagione 2022-2023. L’intervento del Mic corrobora la volontà del Teatro di rinsaldare i rapporti gli artisti di una nazione così duramente colpita, la cui vocazione artistica è universalmente riconosciuta e apprezzata, cui vuole dare in questo modo un importante testimonianza di solidarietà“.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.