ferrari,-obiettivo-riscatto:-a-maranello-hanno-in-serbo-una-novita

Ferrari, obiettivo riscatto: a Maranello hanno in serbo una novità

La Ferrari chiamata al riscatto dopo le delusioni di Barcellona e Montecarlo: a Maranello preparano una novità per Baku

Una delusione dietro l’altra. Da Barcellona a Montecarlo, la Ferrari si è ritrovata catapultata in un periodo nero dopo l’avvio di stagione tutto tinto di rosso.

Binotto
Binotto © LaPresse

Prima i problemi di affidabilità patiti da Leclerc in Spagna, quindi la strategia sbagliata che ha rovinato i piani nel GP di Monaco e la Red Bull ne ha approfittato. Così la classifica ora vede la scuderia austriaca in testa al campionato costruttori, con Verstappen davanti a Leclerc in quello piloti. Il tutto al termine di due piste che avrebbero dovuto essere ‘amiche’ della Ferrari ed, invece, si sono rivelate alleati dei rivali austriaci. Ora la Formula 1 va tappa in Azerbaijan con il GP di Baku, su una pista che è considerata favorevole alla Red Bull.

La Ferrari non può però permettersi altri passi falsi ed allora studia le contromosse per poter competere ad armi pari con la monoposto rivale. Il tracciato azero presenta un lungo rettilineo (oltre 2 km) ed è una pista a basso carico come quella dell’Arabia Saudita che ha visto trionfare proprio Verstappen. Rispetto alla seconda gara dell’anno però la Ferrari qualcosa ha modificato con gli aggiornamenti di Barcellona. Ora la rossa paga un gap in termini di velocità inferiore rispetto al passato e in Azerbaijan a Maranello hanno pronta un’altra novità.

Ferrari, la mossa per contrastare la Red Bull: novità in vista

Mattia Binotto
Mattia Binotto © LaPresse

Proprio su un tracciato in cui il motore risulta particolarmente importante, a Maranello stanno pensando di introdurre una novità sulla power unit numero 2. Come si legge su ‘Autosprint’, infatti, a Baku le due rosse potrebbero montare il terzo turbo e MGU-H.

Una scelta dettata dalla volontà di giocarsi tutte le carte a disposizione per riscattarsi dopo gli ultimi due GP, su una pista in cui velocità e recupero energetico sono fondamentali. Ovviamente questa scelta avvicinerebbe la penalità da scontare eventualmente in futuro, ma in Ferrari sono consapevoli che questo accadrà comunque prima o poi. Da questo punto di vista, sia per Leclerc che per Sainz sono già stati utilizzati due pacchetti e a Baku potrebbe fare il suo debutto il terzo.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.