eurovision-2022,-scoppia-lo-scandalo:-presunte-molestie-nel-backstage

Eurovision 2022, scoppia lo scandalo: presunte molestie nel backstage

Una ragazza presente a un evento dell’Eurovision 2022 ha denunciato alcune molestie subite durante una festa. Le dichiarazioni della giovane al Corriere della Sera

Dopo il caso delle molestie degli Alpini in quel di Rimini, dove sono arrivate centinaia di denunce da parte di donne, lavoratrici e passanti, anche l’Eurovision 2022 si macchia con le ultime rivelazioni da parte di una ragazza presente a un evento nella serata di ieri. La giovane, 20 anni, studentessa di Giurisprudenza, ha raccontato i fatti al Corriere della Sera, parlando della sua esperienza durante una serata per gli addetti ai lavori. La festa, che inizialmente era cominciata come rinfresco, si è tenuta domenica nella Reggia di Venaria.

Logo Eurovision 2022
Logo Eurovision 2022 (AnsaFoto)

Un evento che doveva essere di classe, mentre pare si sia trasformato nella squallida occasione per allungare le mani nei confronti una ragazza. La giovane che ha denunciato queste molestie si trovava all’evento in veste di host, in supporto a delle delegazioni straniere di una cantante del centro Europa. Insieme a lei altre ragazze, sempre con le medesime mansioni, hanno subito lo stesso trattamento. Ma andiamo a vedere nel dettaglio le dichiarazioni della studentessa, che ha raccontato i dettagli della festa e le molestie subite insieme alle altre host durante la serata.

Eurovision 2022, host importunata: “Sentivamo le loro mani addosso”

Eurovision
Eurovision (AnsaFoto)

Una serata che non è stata di gran classe, nonostante le premesse. Nella Reggia di Venaria, a Torino, la scorsa domenica è andato in scena un rinfresco che dopo le 7 di sera, complice qualche bicchiere di troppo e alcune ragazze volontarie si è trasformato nella scusa per importunare delle ragazze. Protagoniste della disavventura delle studentesse volontarie nel ruolo di host delle delegazioni straniere, con il compito di accompagnare cantanti e crew, prenotare i ristoranti, chiamare i taxi e “servigli l’acqua nei bicchieri”.

Siamo i volontari al servizio della delegazione. Li seguiamo ovunque”, ha raccontato la giovane al Corriere. La ragazza ha parlato delle serata di domenica come una serata normale, fino a quando lei e le altre ragazze si sono “sistemate un po’ eleganti e ci siamo messe a ballare”.  Da quel momento il clima sarebbe cambiato, e le giovani sono state avvicinate da due ballerini, uno nero e uno bianco, che già avevano fatto apprezzamenti sulle ragazze italiane. “Hanno incominciato a ballare, a farci girare e poi hanno incominciato a toccarci. È diventata una festa senza freni”. I ballerini, che avevano importunato anche con una cantante di Cipro, hanno “palpato il sedere” della giovane, che ha poi deciso di cambiare stanza.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.