eurovision-2022,-“brividi”-di-mahmood-e-blanco-e-la-canzone-piu-ascoltata-su-spotify

Eurovision 2022, “Brividi” di Mahmood e Blanco è la canzone più ascoltata su Spotify

Il 10 maggio 2022 inizia a Torino l’Eurovision 2022, l’evento musicale più grande d’Europa. Mahmood e Blanco, che il 9 maggio hanno chiuso la sfilata sul Turquoise Carpet, il luogo che accoglie i concorrenti, si sono già distinti per essere tra quelli col migliore outfit sulla passerella. Ora Spotify annuncia un altro primato per la loro canzone Brividi.

La piattaforma musicale ha infatti raccolto i dati ufficiali sugli ascolti e sugli artisti in gara, e dall’analisi di Spotify emerge che, con oltre 77 milioni di stream, Brividi di Mahmood e Blanco è la canzone più ascoltata nei 40 paesi in gara.

 

Dai dati di streaming si era “predetta” la vittoria dei Måneskin

Secondo i dati di Spotify, gli stream delle playlist dell’Eurovision sono aumentati del 594% l’anno scorso: probabilmente merito anche dei Måneskin, che dopo aver vinto la competizione sono diventati star mondiali.

Attraverso i dati di Spotify del 2021, si poteva già prevedere la vittoria dei Måneskin: Zitti e Buoni, infatti, era stata la canzone più ascoltata sulla piattaforma tra marzo e maggio 2021. Per l’Eurovision 2022 si potrebbe “prevedere” dunque anche la vittoria di Blanco e Mahmood, dato che i 77 milioni di stream di Brividi sono di 5 volte superiori a quelli della seconda canzone più ascoltata, Hold Me Closer di Cornelia Jakobs, che rappresenta la Svezia.

 
I Måneskin ospiti a Sanremo 2022

Blanco e Mahmood con “Brividi” sono i più forti dell’Eurovision 2022 su Spotify

Brividi di Blanco e Mahmood non solo è al primo posto tra le canzoni dell’Eurovision 2022 per il maggior numero di stream, ma è anche la canzone più ascoltata nella maggior parte dei paesi partecipanti: il pezzo domina infatti in 28 paesi su 40.

Mahmood e Blanco hanno commentato così il momento incredibile, come riporta un comunicato ufficiale di Spotify:

“Una volta arrivati qui ti rendi conto che tutto quello che è successo prima è come se venisse cancellato perché ti trovi in una situazione diversa e in un contesto nuovo con delle situazioni totalmente differenti, sia da Sanremo che da tutto quello che c’è stato prima, quindi in realtà, forse è meglio non pensarci troppo e godersi il momento”.

Mahmood, d’altronde, nel 2019, anno in cui si è presentato con la sua Soldi all’Eurovision, si è classificato secondo: questo di Torino, quindi, potrebbe essere l’anno del trionfo. Se vincessero Blanco e Mahmood, l’Italia potrebbe ospitare l’Eurofestival per il secondo anno di fila dopo il 2021 conquistato dai Måneskin. In tutta la storia dell’Eurovision Song Contest, solo quattro paesi, ovvero Spagna, Lussemburgo, Israele e Irlanda, hanno vinto per due volte di seguito: l’Irlanda, poi, addirittura tre, tra il 1992 e il 1994.

 

I Måneskin entrano nel “club del miliardo” di Spotify

Intanto, dopo la vittoria a Sanremo e poi all’Eurovision 2021, i Måneskin stanno facendo la storia, destino che potrebbe arrivare anche per Mahmood e Blanco. La band romana è infatti entrata con la loro canzone Beggin’ nel “Billions Club”, quello delle canzoni con oltre un miliardo di stream su Spotify, giusto in tempo per celebrare l’anniversario della loro vittoria all’Eurovision 2021.

A seguito del trionfo all’Eurovision, i Måneskin hanno visto una crescita del 5400% in più di stream a livello globale: i loro primi cinque mercati per numero di ascolti su Spotify sono infatti gli Stati Uniti al numero uno, seguiti da Italia, Brasile, Germania e Messico. Se vincessero Blanco e Mahmood all’Eurovision 2022, potrebbero quindi anche loro moltiplicare gli ascolti a livello internazionale.

Il supporto di Mahmood nei confronti dell’Ucraina

Lo scorso marzo 2022 all’Expo di Dubai, come riporta Repubblica, Mahmood si era commosso nel padiglione dell’Ucraina, e tra i vari post-it a supporto della popolazione, aveva lasciato anche il suo messaggio che diceva “Sempre dalla parte degli oppressi, Support Ukraine”.

“Sono convinto che sia importante essere qui oggi, soprattutto nel momento storico in cui ci troviamo, visto cosa sta succedendo in Ucraina. È importante lasciare messaggi giusti e forti in questo periodo. Il mio lo lancerò stasera con il concerto, che è quello di stare sempre dalla parte degli oppressi e mai degli oppressori” ha detto a Repubblica.

Il supporto per il paese dilaniato dalla guerra è arrivato anche con gli ascolti: Stefania di KALUSH, in gara per l’Ucraina, è la canzone straniera più ascoltata in cinque paesi partecipanti all’Eurovision, il che la rende la seconda canzone al numero 1 in più paesi dopo Brividi. In un terzo dei paesi dell’Eurovision 2022, inoltre, Stefania è al primo o al secondo posto.

*In copertina, foto di Bogdan Chilldays Plakov

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.