Ecco MCY66, il “mini mega yacht” della Monte Carlo Yachts Collection

ecco-mcy66,-il-“mini-mega-yacht”-della-monte-carlo-yachts-collection

Il modello minore MCY66 del cantiere goriziano vanta dotazioni da grande yacht pur in dimensioni compatte

Compatto e dalle dimensioni contenute ma grande nelle dotazioni e nell’esperienza di navigazione. E’ il MCY66 di Monte Carlo Yachts, un “mini mega yacht” di 20 metri nato dalla collaborazione tra il cantiere di Monfalcone e i progettisti del Nuvolari Lenard Design Studio, che rappresenta un vero e proprio concentrato di tutto il comfort e il lusso che solitamente si hanno in imbarcazioni molto più grandi.

In primis si distingue il valore aggiunto dell’ampia superficie del flybridge, resa possibile dall’utilizzo della fibra di carbonio e del kevlar: un’opzione materico-strutturale che dona leggerezza all’insieme e di conseguenza non rende necessari sostegni verticali, liberando lo spazio e la vista sul panorama circostante. Customizzabile a seconda delle esigenze dell’armatore, il ponte superiore, oltre ad una postazione di guida secondaria, può ospitare un’area prendisole, una zona pranzo e diverse sedute liberamente organizzabili.

La medesima concezione contraddistingue anche il ponte principale di MCY66, in cui interno ed esterno si sviluppano senza soluzione di continuità. Le aree scoperte a prua e a poppa permettono di godersi il mare e il sole a poca distanza dall’acqua e la cucina, a diretto contatto con l’area pranzo esterna, riporta a una idea di convivialità domestica più che nautica.

La luce naturale diventa un elemento di progetto nell’open space del salone interno, in cui le differenti aree funzionali, inclusa la postazione principale di pilotaggio, sono percettivamente ampliate proprio grazie alla luminosità dell’insieme. Brise-soleil alle ampie aperture vetrate ne modulano il grado, calibrando e ritmando il percorso ininterrotto da poppa a prua.

Personalizzabile anche il ponte inferiore, che può ospitare 3 o 4 cabine, tutte dotate di proprio bagno esclusivo. Il progetto prevede, inoltre, ampie aperture vetrate nella cabina armatoriale per far entrare quanta più luce possibile, e uno studio al centimetro dello spazio disponibile, in modo da fornire gli ospiti di diversi vani guardaroba e armadi.

Lo stile contemporaneo degli arredi è sottolineato dalla cura nella selezione dei materiali per le finiture – superfici riflettenti, tessuti e marmi – che ogni proprietario può selezionare a proprio gusto.