Diego Mandola è morto a Thonon-les-Bain, nei pressi del lago di Ginevra. L’uomo 36 anni, era originario di Sapri, in provincia di Salerno. Qui, una comunità sotto choc per la scomparsa del giovane, che lavorava nella egione dell’Alvernia-Rodano-Alpi, come cameriere in un ristorante. Sembra che Diego sia caduto dal balcone di casa sua, morendo per il colpo subito a terra. Una notizia che ha lasciato senza parole l’intera comunità del suo paese d’origine.

Tutto è successo nella tarda mattinata di mercoledì 31 agosto. Da quello che riporta la stampa locale, sembra che il trentaseienne sia precipitato dal balcone-terrazzo al quarto piano del palazzo dove abitava, schiantandosi al suolo. Si tratta di un volo di almeno 12-15 metri (a seconda dell’altezza dei soffitti del palazzo) che non ha lasciato scampo al povero cameriere. Immediati ma inutili per lui i successivi soccorsi medici giunti sul posto.

I paramedici di Ginevra non hanno potuto fare altro che accertarne il decesso. Ancora non si sa con certezza cosa sia successo e le indagini sono ancora in corso: per il momento tutte le ipotesi sono al vaglio degli inquirenti. Le autorità fanno sapere che la salma del 36enne è a disposizione e che gli stessi stanno indagando…