dal-porto-di-genova-alle-lettere-dal-carcere-di-gramsci-per-la-rassegna-“pci-100°-–-nel-segno-del-lavoro”

Dal porto di Genova alle Lettere dal carcere di Gramsci per la rassegna “Pci 100° – nel segno del lavoro”

Il porto di Genova, l’Unità, le presentazioni di due libri, tra cui la nuova edizione delle Lettere dal carcere di Antonio Gramsci.

Quattro eventi più due iniziative collaterali concludono la rassegna “Pci 100° nel segno del lavoro”, organizzata dalla Fondazione Diesse in collaborazione con il Gruppo dell’Alleanza Progressista dei Socialisti & Democratici al Parlamento europeo. 

Lunedì 11 aprile alle 15:30 a Palazzo Ducale, sala Liguria, dibattito “I comunisti genovesi e il porto – Momenti, testimonianze riflessioni”. 

Introduce Ubaldo Benvenuti, Fondazione Diesse. Intervengono: 

Tirreno Bianchi, già console della compagnia portuale “I Carbunin”, Mauro Guzzonato, sindacalista Cgil, Alberto Leiss, giornalista, Francesco Mariani, presidente dell’Agenzia per il lavoro portuale, Danilo Oliva, presidente Circolo dell’Autorità Portuale. A seguire tavola rotonda coordinata da Mario Tullo, Fondazione Diesse, già deputato. Partecipano i giornalisti

Giorgio Carozzi, Teddy Chiarelli, Franco Manzitti, Mario Paternostro.

Sempre lunedì, alle 17:30, entrambi i due eventi collaterali: presentazione del libro “Il silenzio delle campane” al circolo Pd di Albaro di via Cocito, 3. Con gli autori Letizia Paolozzi e Alberto Leiss interviene Silvia Neonato. Da Giglio Bagnara a Sestri Ponente, alla stessa ora, “La Filarmonica Sestrese attraverso tre secoli di storia, cultura e solidarietà”, con l’autore del volume Mario Carboni partecipano Tommaso Marin del direttivo della Filarmonica e Maurizio Roi, già sovrintendente del Teatro Carlo Felice.

Martedì 12 aprile alle 17 al Centro Culturale Terralba di via Terralba, 4

“La voce del Pci, una finestra del Paese: l’Unità”, intervengono i giornalisti Mario Bottaro, Alessandra Costante, Alberto Leiss, Letizia Paolozzi, Marco Peschiera.

Mercoledì 13 aprile sarà la giornata di Francesco Giasi, direttore della Fondazione Gramsci: alla libreria Feltrinelli di Genova, in via Ceccardi, alle 17:30 presenta In Movimento e in posa – Album dei comunisti italiani (a cura di Francesco Giasi e Marco Delogu, Editore Marsilio): un’accurata selezione di fotografie, scattate tra il 1921 e il 1991, racconta l’intera storia del Partito comunista a cent’anni dalla sua nascita. Le immagini provengono dall’archivio fotografico del Pci, recentemente ordinato e inventariato, e da numerosi archivi pubblici e privati, italiani ed esteri. Accanto a fotografie inedite – di Plinio De Martiis, Guido Guidi, Fausto Giaccone, tra gli altri – si ritroveranno le immagini che hanno contribuito a costruire la rappresentazione e l’autorappresentazione visiva del Pci sulla stampa e nella propaganda, insieme a scatti dei grandi fotografi. I singoli e la moltitudine, i volti e i luoghi, i simboli e i riti, i drammi collettivi e le feste, le lotte e le mobilitazioni di diverse generazioni di militanti ci restituiscono innumerevoli tratti del Novecento italiano. 

Interviene Adriano Silingardi, fotografo e ricercatore.

Alle 21 al Circolo Pd di Cogoleto, via Parenti, 24, presentazione della recente nuova edizione delle Lettere dal carcere di Antonio Gramsci, con un ricco album di documenti e immagini fotografiche (Editore Einaudi). Donatella Alfonso intervista Francesco Giasi. 

La prima edizione contava 218 lettere. Qui sono 511, di cui 12 inedite. Le lettere corrono parallele alla stesura dei Quaderni del carcere, che rappresentano a loro volta una delle vette del pensiero saggistico italiano del Novecento, tradotti e studiati in tutto il mondo. Ne costituiscono il parallelo esistenziale e, forse, la premessa e la condizione. 

Proseguono le mostre a Sestri Ponente: alla Manifattura Tabacchi “Costruttori di navi”, al circolo Arci Tinacci di via Vigna 61 r “Voci e testimonianze di una storia”, aperte dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18:30, il sabato dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 15 alle 18:30. La domenica dalle 9:30 alle 12:30. Ingresso gratuito.

A Palazzo Ducale, sala Ducale Spazio aperto, prosegue sino al 14 aprile la mostra dedicata al lavoro portuale di Lisetta Carmi aperta dalle 10 alle 18:30.

Tutte le informazioni sul sito www.fondazionediesse.it.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.