colori,-design,-display:-come-saranno-i-nuovi-iphone-13

Colori, design, display: come saranno i nuovi iPhone 13

Se la storia non inganna, Apple presenterà i nuovi iPhone 13 a metà settembre. Solo nel 2020, a causa della riorganizzazione dovuta alla pandemia, l’evento si è tenuto a ottobre. La conferenza sarà, ancora una volta, solo online, visto che la situazione contagi è ancora alquanto caotica.

Detto ciò, sugli iPhone 13 pendono un sacco di interrogativi. Il primo riguarda il design: sarà uguale a quello attuale? Apple, dopo solo un anno, tornerà al passato donando al suo modello di punta un altro aspetto più tondeggiante? Vedremo anche un iPhone pieghevole? Ecco, abbiamo una certezza per quest’ultima domanda: no, niente iPhone Fold, non questa volta almeno.

iPhone 13, il design

Una decina di giorni fa, Apple Insider ha pubblicato le immagini di un set di unità fittizie, i cosiddetti ‘mockup’, rivelando delle modifiche al design. Tra le principali, lo spostamento dell’altoparlante verso la parte superiore del dispositivo, una nuova disposizione diagonale della fotocamera per l’iPhone 13 di base e un modulo fotocamera più grande per l’iPhone 13 Pro e Pro Max. Più in basso anche il vassoio della scheda SIM, così come i pulsanti di accensione e volume. Inoltre, l’iPhone 13 Pro Max potrebbe essere leggermente più grande del suo predecessore. In effetti, una presunta custodia per iPhone 13 Pro mostra un modulo fotocamera notevolmente più grande, sebbene non sia stato confermato.

Pare che tutta la serie di iPhone 13 sia dotata di una tacca del display più piccola, il notch, rimasto a lungo ancora un po’ ingombrante.

Introducing iPhone 13 Pro Max!

In four beautiful new colours!

Sunset Gold

Rosé

Matte Black

Silver

RT please! pic.twitter.com/DjGlBsaYOm

— Apple Tomorrow  (@Apple_Tomorrow) July 15, 2021

Apparentemente Apple riuscirà a ridurre il notch senza venir meno a un uso ottimale del Face ID, il riconoscimento del volto migliore in circolazione per quanto riguarda il reparto smartphone. Ecco allora una tacca unica entro cui inserire sia l’illuminatore a infrarossi che il sensore e il proiettore di punti 3D per il Face ID, tutti in un solo chip, mentre oggi sono separati. Con due sensori in meno richiesti, dovremmo vedere una tacca molto più stretta.

Queste voci sembrano essere supportate anche dalle immagini trapelate su Weibo, che mostrano sia il notch ridotto che le fotocamere diagonali. Un altro leak di Digitimes afferma che la dimensione del singolo ‘die’ dei chip VCSEL utilizzato nel Face ID si ridurrà del 50%.

I nuovi colori

Come abbiamo imparato dalle ultime presentazioni, Apple ha dato nuovo slancio alla sua linea di prodotti puntando sul colore. Così è stato per i Mac e così dovrebbe essere pure per gli iPhone. Tra l’altro, solo qualche mese fa la compagnia ha lanciato un iPhone 12 purple.

La voce più recente sui colori dell’iPhone 13 indica quattro opzioni di tonalità. Queste includono nero, argento, oro rosa e oro tramonto. In precedenza erano state diffuse online due nuove opzioni di colore per la gamma iPhone 13 Pro: nero opaco e un nuovo colore bronzo o arancione. Entrambe provenivano da Max Weinbach, non esattamente l’ultimo degli informatori quando si parla di Apple.

Finalmente la modalità ‘always-on’

L’iPhone 13 dovrebbe montare un pannello LTPO, realizzato da Samsung Display. Samsung fornisce già ad Apple circuiti stampati per collegare il display alla scheda madre del telefono, quindi questa ipotesi è tra le più valide. Ciò che distingue uno schermo LTPO dagli Oled attuali è che occupa meno spazio nello chassis e permette di avere refresh rate elevati.

Nell’iPhone 13, un display LTPO potrebbe consentire non solo di avere una frequenza di aggiornamento super fluida ma anche di mantenere la cornice dell’iPhone 12, senza ingrandirla. Un altro vantaggio è il miglioramento del consumo energetico. Un rapporto DigiTimes afferma che i display LTPO che Samsung e LG stanno costruendo per i modelli iPhone 13 Pro ridurranno il consumo energetico dal 15% al ​​20%.

Poi c’è la modalità ‘always-on’, quella che mantiene lo schermo dello smartphone sempre acceso, con impresse le informazioni principali, come l’orologio e le notifiche. La notizia è apparsa in una recente newsletter di Bloomberg, dove Mark Gurman ha parlato delle feature che possiamo aspettarci sul prossimo melafonino.

According to Bloomberg’s Mark Gurman, the upcoming iPhone models could feature an always-on display similar to that of the Apple Watch. The new iPhones will feature an LTPO OLED display, which would allow the display to be powered efficiently at a low brightness level pic.twitter.com/gj425uWnhr

— Apple Hub (@theapplehub) July 19, 2021

L’always-on non è certamente una novità fra gli smartphone, e anche Apple l’ha già usata sul proprio Watch. Per non aumentare il consumo di energia, potrebbe essere adottata la stessa tecnica di Apple Watch 5 e 6: quando lo schermo non è in uso, il sistema abbassa automaticamente la luminosità e il refresh rate, così da consumare poco.

Potrebbe interessarti:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *