claudia,-oss:-“meglio-essere-un-grande-operatore-socio-sanitario-che-un-infermiere-a-meta”.

Claudia, OSS: “meglio essere un grande Operatore Socio Sanitario che un Infermiere a metà”.

Continuano le polemiche sul Super-OSS. Ci scrive Claudia, Operatrice Socio Sanitaria: “meglio essere un grande OSS, che un Infermiera a mezzo servizio”.

Buonasera Direttore,

sono una Oss. Ho lavorato sia in RSA ed ora sono in Pronto soccorso. Leggo con interesse il Vostro spazio. Ritengo che l’Oss dopo una formazione così breve e che per quanto io ho visto concede il titolo a tutti i partecipanti ai corsi, probabilmente visto quanto costano…

Dopo una formazione così breve, per forza di cose carente, non tanto sul come fare ma sul perché si fanno certe cose, non possa essere sufficiente per compiere quello che prevede la figura di questo Super-OSS.

Parlo per me. Capita e capita sempre di superare le nostre competenze, per esigenze di servizio.

Leggendo quello che farà il Super ho sorriso, molto di quello lo facciamo già, ma perché serve e non perché siamo sfruttati o per ingiustizia o per motivi filosoficamente non professionali.

Il lavoro lo chiede..capita che gli infermieri facciano compiti che non spettano, lo stesso capita all’Oss.

Ma, sempre un mio pensiero, se c’è rispetto e collaborazione, se ognuno conosce quello che non sa, il tutto funziona.

Non credo che ci sia un lavoro umiliante, credo profondamente che, invece, ci sono persone che umiliano.

Io sono Oss, non so perché certe terapie vengono fatte. Non so a che velocità va somministrato quella flebo. Non so cosa succede se si sbaglia una procedura di medicazione usando qualcosa di sbagliato.

E potrei continuare..

Ma non lo trovo scandaloso, io faccio un mestiere e altri ne fanno un’altro.

Quindi che dire ai miei colleghi? Forse è preferibile essere un grande Oss che un infermiere a metà.

Nessuno regala nulla, mi viene dal cuore un: state attenti, chi vi tutela se per caso sbagliate?

Chi ne paga le conseguenze è una persona.

Claudia Penso, Operatrice Socio Sanitaria

Leggi anche:

Super-OSS, un Infermiere senza laurea. Il Veneto e gli Opi Veneti hanno deciso.

L’articolo Claudia, OSS: “meglio essere un grande Operatore Socio Sanitario che un Infermiere a metà”. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.