carcere-di-marassi,-detenuto-tenta-il-suicidio-impiccandosi-in-cella:-salvato-dagli-agenti-–-genova-24

Carcere di Marassi, detenuto tenta il suicidio impiccandosi in cella: salvato dagli agenti – Genova 24

Genova. Tragedia sfiorata nel carcere di Marassi: ieri pomeriggio un detenuto 27enne di nazionalità ecuadoriana ha tentato di togliersi la vita impiccandosi in cella ed è stato salvato in extremis quando era appeso alle grate della finestra grazie all’intervento degli agenti  penitenziari.

A renderlo noto è il segretario generale della Uilpa penitenziari della Liguria, Fabio Pagani. Il detenuto è stato salvato da morte certa quando presentava già i primi segni di soffocamento (schiuma alla bocca). Si era appeso alle grate della finestra con una cintura. A stoccarlo sono stati gli agenti che si sono accorti in tempo di quanto stava accadendo.

“Solo nel 2022 sono 58 i detenuti morti in cella nelle carceri italiane – avverte Pagani -. Tutti siamo consapevoli che la situazione potrebbe irrimediabilmente degenerare da un momento all’altro e siamo altrettanto consapevoli che l’esiguità delle risorse umane e tecnologiche ci impedirebbero di gestire la situazione e tenerla sotto controllo. Ma non possiamo affidarci alla sola fortuna, occorrono uomini e mezzi.

“Qui può succedere di tutto. In questi giorni  – informa il segretario regionale del sindacato –  la conta generale dei detenuti a Marassi è di 730, troppi rispetto alla massima capienza di 550. Anche in questi numeri c’è la ragione delle violenze che registriamo quotidianamente a Marassi , che si regge esclusivamente sui miracoli e le imprese dei poliziotti penitenziari”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.