aviva,-lo-yacht-di-joe-lewis:-c’e-un-dettaglio-unico,-il-prezzo-e-da-urlo

Aviva, lo Yacht di Joe Lewis: c’è un dettaglio unico, il prezzo è da urlo

Aviva è il megayacht di Joe Lewis, miliardario patron del Tottenham: prezzo da capogiro ed una particolarità tutta da scoprire

Aviva
Aviva (Getty Images)

Quasi cento metri di lunghezza, prezzo da capogiro ed una particolarità tutta da scoprire. Benvenuti a bordo di Aviva, il megayacht di Joe Lewis, patron del Tottenham e tra le persone più ricche della Gran Bretagna. Il suo patrimonio è stimato in circa cinque miliardi di dollari, una cifra che spiega bene come si sia potuto permettere uno yacht di questa portata. Sei piani di panfilo, otto cabine in grado di ospitare fino a 16 persone, vanta un equipaggio di 25 persone. Varato nel 2017, è stato progettato dallo studio britannico Reymond Langton che ha pensato anche a tutti i comfort presenti a bordo. Immancabile l’area beach club, così come quella dedicata al relax. Ma sono due le caratteristiche di Aviva che saltano subito all’occhio.

LEGGI ANCHE >>> Andromeda, il mega yacht di Graeme Hart: il prezzo è vertiginoso

Aviva, lo yacht di Joe Lewis, patron del Tottenham

Aviva
Aviva (Getty Images)

La prima riguarda il prezzo, assolutamente da urlo. Per costruire lo yach, infatti, il miliardario britannico ha speso oltre duecento milioni di euro. Un prezzo giustificato anche da una particolarità tutt’altro che consueta a bordo di un’imbarcazione di questo genere.

Su Aviva, infatti, è presente un campo da padel regolamentare. Un optional che, quando non utilizzato, è sfruttato anche come campo da calcio, semplicemente togliendo la rete, o anche da palestra. Dal punto di vista motoristico, lo yacht riesce ad arrivare ad una velocità massima di venti nodi, ma non è questa la particolarità. L’imbarcazione, infatti, garantisce una velocità da crociera fino a 11 nodi senza utilizzare i motori principali ma soltanto quelli elettrici. Un dettaglio che non salta all’occhio ma che di certo contribuisce a fare la differenza.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *