‘anoressia,-bulimia,-binge-eating:-un’epidemia-nascosta’.-un-convegno-per-non-spegnere-la-speranza

‘Anoressia, Bulimia, Binge eating: un’epidemia nascosta’. Un convegno per non spegnere la speranza

‘Anoressia, Bulimia, Binge un’epidemia nascosta’. Questo il titolo della conferenza organizzata dall’Associazione Mi nutro di Vita, a Levante. Si parla di ‘Nuova emergenza: le malattie del comportamento alimentare: un’epidemia nascosta, le domande e le risposte del territorio’

L’Associazione, con il patrocinio del Comune di Sestri Levante, organizza l’evento pubblico giovedì 14 aprile, presso la Sala Agave. Sul palco si alterneranno l’Associazione, alcuni professionisti dell’ambulatorio dietetica e nutrizione dell’Ospedale di Sestri Levante e diverse testimonianze. 

“L’obiettivo è quello di sensibilizzare e informare la popolazione – spiega Stefano Tavilla, fondatore e presidente onorario dell’Associazione Mi Nutro di Vita, Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana – delineando la situazione attuale, per comprendere come far fronte alle criticità e alle carenze esistenti”.

Con il suo impegno nato dopo la morte della giovanissima figlia Giulia, questo papà si è guadagnato l’onorificenza, come cittadino distintosi per senso civico e solidarietà ‘Per il suo impegno nella divulgazione e informazione sul tema dei disturbi del comportamento alimentare’. 

Tavilla ha fatto in modo che fosse istituita, nel 2012, la ‘Giornata nazionale del fiocchetto Lilla’ il 15 marzo, dedicata all’informazione e sensibilizzazione sui ‘Dca’, Disturbi del Comportamento Alimentare.

Da quell’inizio oggi ‘Mi nutro di Vita’ scuote le coscienze, entra nelle case, nelle scuole e durante il lockdown ha cominciato un lavoro ancora più intenso, a causa della ‘reclusione’ di molti giovanissimi, che sono caduti nella malattia e altri che ne hanno sentito più forte la presenza o le ricadute.

I volontari stanno accanto a loro e alle famiglie e insieme al ‘Movimento Lilla’, nato spontaneamente, associazioni, singoli, professionisti, supportano chi ha bisogno in tutta Italia. Sono già tre milioni i giovani che soffrono di Dca.

Il ‘Movimento Lilla’ si è interfacciato con il Governo l’anno scorso per favorire l’ingresso dei disturbi del comportamento alimentare all’interno dei ‘Livelli Essenziali di Assistenza’, Lea, in una categoria autonoma rispetto alla salute mentale, per fare in modo che le istituzioni creassero un fondo specifico per la lotta a queste malattie. Sono stati, così, stanziati dal governo 15 milioni di euro per il 2022 e 10 milioni per il 2023.

Di questo e altre argomentazioni si parla a Sestri Levante, in una conferenza di circa due ore in cui si cercherà di affrontare tutte le sfaccettature di questa ‘epidemia nascosta’. Parteciperanno, oltre a Tavilla: Valentina Ghio, sindaca di Sestri Levante; la dottoressa Silvia Ardito, psicologa e psicoterapeuta all’Ambulatorio di dietetica e nutrizione dell’Ospedale Sestri Levante; il dottor Fabrizio Gallo, responsabile ambulatorio dietetica e nutrizione, sempre all’ Ospedale Sestri Levante; Paolo Petralia, direttore generale Asl 4; Micaela Bozzolasco, vicepresidente dell’Associazione Mi Nutro di Vita. L’evento avrà inizio alle 17 e terminerà alle 19. Per info contattare la segreteria organizzativa: info.minutrodivita@gmail.com.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.