anche-gli-studenti-vicini-al-wall-of-dolls-di-genova

Anche gli studenti vicini al Wall of Dolls di Genova

Anche gli studenti vicini al Wall of Dolls di Genova
Anche gli studenti vicini al Wall of Dolls di Genova

Anche gli studenti vicini al Wall of Dolls di Genova. Il 21 marzo alle 12 l’Istituto Comprensivo Prà appenderà al muro il proprio progetto.

Anche gli studenti vicini al Wall of Dolls di Genova, domani l’appuntamento a De Ferrari.

In un momento storico in cui è davvero importante ricordarsi dei valori fondamentali della vita ecco che l’Istituto Comprensivo Prà porta il suo contributo al muro delle bambole.

Wall of Dolls Liguria ONLUS, ricordiamo, è attiva da anni per combattere contro la violenza sulle donne e la violenza di genere.

Lo fa sensibilizzando la popolazione da vicino, attraverso eventi culturali che mirano a smuovere le coscienze verso una nuova dottrina sociale.

L’incontro della coordinatrice regionale Barbara Bavastro con la realtà dell’Istituto scolastico praese ha dato l’input per la realizzazione di questo nuovo progetto.

Wall of Dolls è sempre stata molto improntata sull’avvicinarsi ai giovani e soprattutto sul coinvolgerli nelle attività dell’associazione.

La stessa Barbara Bavastro afferma:

“L’educazione alla non violenza va impartita il prima possibile affinché diventi parte integrante della persona stessa, e affinché cresca con essa con naturalezza.”

Ed è così che è nata l’idea di promuovere all’interno dell’Istituto un progetto inclusivo e sociale, supervisionato dal Dirigente scolastico Luca Goggi.

Coordinato dalla referente di educazione civica Barbara Battisti, l’iniziativa ha coinvolto tutte le classi, dall’infanzia alla secondaria di primo grado, attive insieme su due fronti purtroppo correlati:

  • Le vittime innocenti di mafia (in collaborazione con l’Associazione LIBERA)
  • Riflessioni sulle violenze contro le donne

Il progetto ha visto la realizzazione di un piccolo muro delle bambole, un’evocazione in miniatura dell’installazione di Wall of Dolls sita in via Cardinal Pietro Boetto a De Ferrari.

Una bambola / donna stilizzata disegnata sullo sfondo e davanti un nastro per classe annodato al mini muro con un messaggio significativo sul tema e con la donna come filo conduttore.

Tutti gli studenti hanno lavorato insieme sull’intero progetto a seguito di un percorso preliminare con gli insegnanti, atto a sensibilizzare i giovani in maniera mirata e soprattutto diversificata in base alla fascia d’età.

Un enorme e collettivo NO alla violenza sostenuto da più di 800 alunni, che si sono impegnati con entusiasmo alla realizzazione del piccolo muro e che domani troverà il suo posto sul Wall of Dolls di piazza de Ferrari.

Si tratta di un importante e significativo gesto sociale che unisce gli studenti verso uno scopo comune di tolleranza, parità e rispetto.

Ancora più incisivo se si pensa alla società multietnica in cui viviamo oggi.

Così come lo è nel suo piccolo l’Istituto Comprensivo Prà, una piccola e comune società multietnica, particolarmente inclusiva e improntata sulla cultura delle pari opportunità.

Luca Goggi, Dirigente dell’Istituto comprensivo Prà e dell’IPSIA Odero di Sestri Ponente, ha dichiarato:

“Riteniamo che sia fondamentale seminare e diffondere i valori delle pari opportunità e dell’inclusione fin da piccoli”.

Appuntamento alle 12 di domani, lunedì 21 marzo, davanti al muro delle bambole di Wall of Dolls ONLUS

Saranno presenti all’evento

Le autorità invitate:

Simona Ferro (Assessore alle Pari Opportunità di Regione Liguria) e Anna Palmieri (Assessore alla Cultura Municipio VIII Medio Levante)

Wall of Dolls Liguria ONLUS:

Barbara Bavastro (Coordinatrice per la Liguria), Chiara Urci (Psicologa), Giusi Gulino (responsabile relazioni esterne), Federica Uccheddu (volontaria), Anna Ion Scotta (sportello ascolto), Cristina Zunino (Avvocato e Vicecoordinatrice), Federica Messina (volontaria).

Istituto Comprensivo Prà:

il Dirigente scolastico Luca Goggi, la Vicaria Carmela Costantino, la classe VB Thouar e le sue maestre Barbara Battisti e Caterina Bignone, con la partecipazione e il sostegno da parte di tutti gli insegnanti dell’Istituto

Per l’occasione la classe leggerà tutti i nomi delle vittime di mafia.

Wall of Dolls Liguria è attiva sul territorio con uno sportello di ascolto

Tel. 375 6700767

PER MAGGIORI INFO CONTATTARE WALL OF DOLLS LIGURIA

Dott.ssa Barbara Bavastro, coordinatrice: barbara_bavastro@yahoo.it / 3455402885.

Avv. Gabriella de Filippis, Vicecoordinatrice: avv@gabrielladefilippis.it / 3384144780

Avv. Cristina Zunino: zunino@zuninopicco.com / 3474355072

Giorgia Cadenasso

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.